Lo zoo di Mogo è devastato dagli incendi ma lo staff mette eroicamente in salvo tutti gli animali
di Nico Riva

Australia, lo zoo di Mogo è devastato dagli incendi ma lo staff mette eroicamente in salvo tutti gli animali

Da settimane le fiamme stanno devastando l'Australia. Le notizie che arrivano oltreoceano sono preoccupanti e drammatiche: morte, distruzione, e lo spettro dei cambiamenti climatici. Ma in mezzo al disastro ambientale, c'è spazio anche per delle belle notizie. Come quella che arriva da Mogo, nello Stato sud-orientale del Nuovo Galles del Sud. Lo staff dello zoo privato di Mogo, infatti, ha affrontato eroicamente gli incendi, riuscendo a mettere in salvo tutti gli animali

Leggi anche > Australia devastata dagli incendi: 14 morti, migliaia di persone rifugiate sulle spiagge per fuggire dalle fiamme

Lo zoo di Mogo ospita la più grande collezione di primati di tutta l'Australia. Ma al suo interno vivono tante altre specie animali: zebre e rinoceronti, leoni e tigri, giraffe, panda, lemuri e via dicendo. In totale, lo zoo di Mogo ospita circa duecento esemplari di più di quaranta specie. Martedì 31 dicembre, gli incendi che stanno devastando buona parte dello stato australiano, hanno raggiunto anche Mogo. Lo staff dello zoo, tuttavia, ha coraggiosamente messo a rischio la propria vita per salvare quella degli animali dalle fiamme. E, fortunamente, nessuno fra uomini e animali è rimasto vittima degli incendi
 
 

Nonostante un'ordine di evacuazione della zona, i custodi dello zoo hanno scelto di restare per proteggere gli animali. Chad Staples, il direttore dello zoo di Mogo, ha raccontato ai microfoni della ABC questa pericolosa vigilia del nuovo anno. «Il cielo era nero come a mezzanotte, sebbene fosse giorno. Il rosso delle fiamme intorno a noi. Sembrava l'Armageddon. La situazione era apocalittica», ha confessato Staples, che poi ha ringraziato «il magnifico lavoro dello staff. Amano gli animali come se fossero una famiglia. Quelli che possiamo, li stiamo ospitando dentro le nostre case. Senza l'aiuto dei custodi non saremmo riusciti a portarli in salvo». Sulla pagina Facebook dello zoo, il direttore Staples ha ringraziato chiunque abbia donato qualcosa per aiutare a rimettere in sesto il parco naturale e a curare gli animali feriti. 
 

Un lieto fine per lo zoo di Mogo, ma il problema alla radice resta pericolosamente irrisolto. La gravissima siccità e le temperature eccessivamente alte che stanno sfiancando l'Australia da settimane, estremizzate dall'emergenza climatica mondiale, aumentano i rischi e le conseguenze dannose di questa e altre ondate d'incendi. Non a caso il 2019 ha stabilito un triste record per l'Australia, diventando l'anno più caldo di sempre. Per gli animali e lo staff dello zoo di Mogo è finita bene, ma purtroppo non va sempre così. Anzi, umani e animali in Australia, Nuova Zelanda e tante parti del mondo stanno già soffrendo e morendo da tempo a causa della crisi ambientale odierna. E senza un intervento alla base, la situazione non potrà che peggiorare. Non ha dubbi né peli sulla lingua, a riguardo, il giornalista documentarista neozelandese David Farrier, che twitta: «Voi f*****i idioti che ci governate e non capite: il riscaldamento globale è reale». 
 
 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 2 Gennaio 2020, 15:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA