Assalto al Congresso, rubato anche il pc di Nancy Pelosi: «Una donna voleva venderlo agli 007 russi»

Assalto al Congresso, rubato anche il pc di Nancy Pelosi: «Una donna voleva venderlo agli 007 russi»

Aveva partecipato all'assalto al Congresso del 6 gennaio scorso, entrando insieme ad altre persone nell'ufficio di Nancy Pelosi, e rubando il pc della speaker della Camera. Il suo obiettivo era quello di venderlo ad alcuni agenti segreti russi e per questo motivo una donna è stata indagata dall'Fbi.

 

Leggi anche > Navalny arrestato all'arrivo in aeroporto a Mosca: resterà in carcere fino al 15 febbraio

 

L'identità dell'indagata non è stata rivelata. La donna faceva parte del gruppo di rivoltosi che si erano addentrati nella sede del Congresso, occupando anche l'ufficio di Nancy Pelosi. Secondo la segnalazione di un conoscente la donna, residente in Pennsylvania, avrebbe quindi tentato di spedire il personal computer a un amico in Russia, con l'intento di venderlo poi all'intelligence di Mosca.


Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Gennaio 2021, 11:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA