Arabia Saudita, cercano 30 donne per guidare treni: arrivano 28mila candidature

Le donne selezionate, dopo un anno di formazione retribuita, porteranno i viaggiatori tra le città della Mecca e Medina

Arabia Saudita, cercano 30 donne per guidare treni: arrivano 28mila candidature

Un annuncio di lavoro per reclutare 30 macchiniste in Arabia Saudita ha attirato l’attenzione di oltre 28mila candidate evidenziando, mentre il regno conservatore allenta alcune restrizioni sull’occupazione femminile, la portata di domanda di lavoro repressa dalle politiche finora attuate.

Leggi anche > Australia choc, squalo di 4 metri divora un uomo

Foto: Ansa

L'operatore ferroviario spagnolo interessato, Renfe, come fa sapere il "The guardian", ha spiegato che una valutazione online del background accademico e delle competenze della lingua inglese ha aiutato a ridurre il numero di candidati di circa la metà.

Le 30 donne selezionate, dopo un anno di formazione retribuita, guideranno treni proiettili tra le città della Mecca e Medina. Renfe, che ha affermato di voler creare opportunità per il mondo femmine nelle sue attività locali, attualmente impiega 80 uomini per guidare i suoi convogli in Arabia Saudita e ne ha altri 50 in formazione.

Fino a poco tempo fa, le opportunità di lavoro per le donne saudite, a cui è stato impedito di guidare fino al 2008, erano limitate a ruoli come insegnanti e operatori sanitari, poiché dovevano osservare rigide regole di segregazione di genere. La loro partecipazione però negli ultimi anni, complici i nuovi scenari economici, è arrivata al 33% della forza lavoro impiegata e ora stanno assumendo lavori una volta riservati a uomini e lavoratori migranti.

Passi importanti che però rimangono ancora insufficienti, dato che nonostante i recenti sforzi la disoccupazione femminile rimane tre volte superiore a quella maschile.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Febbraio 2022, 15:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA