Si innamora di un ragazzo più giovane online e lo incontra, ma viene uccisa e smembrata: arrestato l'amante

L'uomo, un 37enne studente di medicina, l'avrebbe uccisa per vendere gli organi online

Si innamora di un ragazzo più giovane online e lo incontra, ma viene uccisa e smembrata: arrestato l'amante

Cercava l'amore online, ma ha trovato la morte. Blanca Arellano, messicana di 51 anni, ha coltivato per mesi una relazione virtuale con Juan Pablo Jesús Villafuerte, un ragazzo più giovane che abitava in Perù. Così ha deciso di partire per incontrarlo, ma non è più tornata a casa. La donna è stata uccisa e smembrata, mentre l'uomo con cui si frequentava è stato arrestato «con l'accusa di traffico di organi umani» e sarà presto processato.

Milano, ragazza di 19 anni accetta un cocktail da uno sconosciuto e perde i sensi in discoteca: ipotesi stupro

Influencer uccide l'amante della madre: «Le ricattava con un video porno». La storia terribile

Uccisa per vendere gli organi

Ha viaggiato per quasi 5 mila chilometri, da Città del Messico a Lima, pur di incontrare il 37enne che le aveva fatto perdere la testa online. Sperava di essere finalmente felice, ma non poteva immaginare di buttarsi nelle braccia del suo carnefice. A dare l'allarme è stata la famiglia di Blanca, che era a conoscenza della relazione virtuale e del viaggio che la 51enne aveva voluto intraprendere. L'ultima volta che l'hanno sentita era il 7 novembre, poi più nulla. Ha parlato con la nipote Karla Arellano, dicendole che stava bene e che era innamorata, hanno fatto sapere gli investigatori. Proprio grazie a queste informazioni, Karla ha potuto capire che stava succedendo qualcosa di strano. 

Dopo qualche ora di silenzio, la nipote della vittima ha contattato l'uomo in Perù, chiedendo informazioni di sua zia, ma la risposta ricevuta non era quella che si aspettava. «Ha deciso di andarsene perché non potevo offrire la vita che voleva, si è annoiata di me ed è partita per tornare in Messico», ha detto l'uomo. Una versione che ha fatto scattare l'allarme. La donna ha denunciato online l'accaduto e il suo messaggio ha avuto una eco così grande da far partire un'indagine delle autorità peruviane.

La scoperta del cadavere smembrato

Il 10 novembre la terribile scoperta: sulla spiaggia di Huacho, città dove i due si stavano frequentando, la polizia ha trovato un dito mozzato con un anello d'argento. Segnalato alla famiglia, hanno potuto costatare che si trattava di Blanca Arellano. Sulla stessa spiaggia sono emersi anche un braccio e una testa deturpata. Dopo aver accertato che si trattava della turista messicana che stavano cercando, la polizia ha arrestato Juan Pablo Jesús Villafuerte.

Durante le indagini è emerso che l'uomo, uno studente di medicina, ha pubblicato sul suo profilo TikTok dei video di organi umani, dopo la scomparsa della donna. Inoltre è stato appurato che avesse comprato candeggina e che abbia spento il gps del suo cellulare nei giorni precedenti. In carcere, dove è in custodia cautelare in attesa di processo, ha provato a togliersi la vita. Un tentativo di vittimismo, sostiene l'accusa. Il suo caso verrà discusso nei prossimi mesi. Al momento l'uomo si dichiara innocente.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Novembre 2022, 11:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA