Lascia la moglie per una rifugiata ucraina e si trasferisce nella villa di famiglia con l'amante

Haakon Overli, 52 anni, per settimane ha fatto pressioni sul premier Boris Johnson e sul ministro dell'Interno Priti Patel a marzo per cercare di accelerare il processo per portare la donna in Gran Bretagna

Lascia la moglie per una rifugiata ucraina e si trasferisce nella villa di famiglia con l'amante

Ex capo di una società di prestiti britannica abbandona la moglie per una rifugiata ucraina. Si dice che l'investitore e imprenditore delle dot-com Haakon Overli, 52 anni, abbia iniziato una relazione amorosa con la donna dell'Europa orientale dopo averla portata nella casa di famiglia nel Surrey dopo l'invasione russa. Ma il milionario sposato, a quanto pare, ha lasciato la moglie Imogen Overli, una direttore d'orchestra, e si è trasferito con la sua amante, questo secondo quanto riportato da The Sun.

Milionario lascia moglie per rifugiata ucraina: le pressioni fatte a Johnson

Il milionario Haakon Overli, 52 anni, per settimane ha fatto pressioni sul premier Boris Johnson e sul ministro dell'Interno Priti Patel a marzo per cercare di accelerare il processo per portare la donna in Gran Bretagna.

Pochi mesi dopo il rilascio del visto alla rifugiata ucraina, lei e il signor Overli si sono trasferiti dalla tenuta di famiglia nel Surrey. Il signor Overli ha ripetutamente twittato il suo sostegno per aver portato i rifugiati ucraini nel Regno Unito all'inizio dell'invasione russa a marzo.

Chi è lui

Il signor Overli, di origine norvegese, che ha studiato matematica all'Università di Oslo e ha anche una laurea in economia alla Durham University, ha fatto i suoi soldi nei primi anni del boom delle dot-com dopo aver fondato l'agente di cambio online Self Trade nel 1997. La società è stata quotata nell'aprile 2000 e venduta nell'ottobre dello stesso anno per oltre 900 milioni di sterline (1,1 miliardi di dollari). Il signor Overli ha anche lavorato per JP Morgan e come banchiere di investimento presso ING Barings.

La società di prestiti indagata

Nel 2008 è stato anche direttore di una società di prestiti inglese molto critiata.

La società è entrata in amministrazione nel 2018, essendo stata pesantemente criticata dai politici, tra cui il leader del partito laburista Ed Miliband, come esempio lampante di "prestito predatorio", avendo concordato prestiti a persone che non sarebbero mai state in grado di ripagarli. Circa 200.000 clienti dovevano ancora un totale di £ 400 milioni quando la società a seguito di un'ondata di richieste di risarcimento. Gli attivisti hanno accusato la controversa azienda di essere uno "strozzino legale" e di sfruttare i clienti offrendo piccoli prestiti che hanno rapidamente accumulato tassi di interesse astronomici che molti hanno faticato a rimborsare. Alcuni clienti hanno dovuto affrontare tassi di interesse fino al 5.853% prima dell'intervento del governo. Wonga ha anche addebitato interessi a tassi percentuali annui equivalenti a un incredibile 1.509 per cento.


Ultimo aggiornamento: Domenica 4 Settembre 2022, 17:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA