«Rapita dagli alieni 52 volte: mi hanno mostrato la loro tecnologia». Il racconto choc di una 50enne

«Rapita dagli alieni 52 volte: mi hanno mostrato la loro tecnologia». Il racconto choc di una 50enne

Una donna di Bradford, nello Yorkshire (Gran Bretagna) afferma di essere stata rapita dagli alieni per ben 52 volte e mostra come "prova" del rapimento dei lividi a suo dire provocati durante l'incontro extraterrestre. Paula Smith, 50 anni, dice che la sua prima esperienza extraterrestre è avvenuta quando era una bambina e da allora è stata rapita più di 50 volte.La donna, che ha anche disegnato un'immagine di un alieno d'argento per mostrare che aspetto abbiano, sostiene di essere stata in un Ufo: «Ho vissuto 52 incidenti paranormali. Non ci sono avvertimenti e non sento che accadrà nulla. Succede e basta. Tutto quello che posso fare è andare avanti normalmente, altrimenti impazzirei», ha detto, riporta il Mirror.

 

Paula afferma che, mentre era su un velivolo, gli alieni le hanno mostrato «la tecnologia che non avevamo». «Mi hanno mostrato una presentazione di paesaggi incontaminati che aveva un bellissimo fiume che poi è diventato nero. Il cielo blu è diventato rosso sangue e presto ho capito che era un film della Terra che viene distrutta dall'avidità dell'uomo» sostiene la donna. 

Video

 

Paula, che lavora nel settore dei trasporti, afferma di essere tornata a casa con un livido triangolare sul viso e segni di impronte digitali sul braccio. Riguardo la sua prima presunta esperienza aliena, vissuta da bambina, la donna ha detto: «La prima volta che ho visto un velivolo è stato il 1982. Ero nel bosco ed era completamente silenzioso. Il sentiero si è stretto e ho sentito il mio cuore battere forte. Ricordo di aver guardato nell'oscurità mentre i miei occhi si abituavano. Potevo vedere quella che sembrava una forma boomerang con un braccio in più su di essa. Ogni braccio aveva una luce all'estremità. Ricordo tre luci, una era blu, l'altra verde, ma non riesco a ricordare il colore dell'altra luce. Potrei descriverla meglio come la pala di un'elica di un aeroplano. Era alta circa 30 piedi e larga 30 piedi».

 

E aggiunge: «Era nero con una luce verde e blu sui bordi. Girava in senso orario a 1 mph in completo silenzio. Ricordo di aver provato a correre ma sembrava che il terreno fosse sabbie mobili, come se sprofondasse nel terreno, poi tutto è diventato nero. Secondo la mia famiglia, ero scomparso da quattro ore, ma  non ricordo cosa sia realmente accaduto. Da allora, le esperienze non si sono fermate. Sono stato portato via dalla finestra della mia camera da letto e dal mio letto». 

 

«Non l'ho detto a nessuno perché so che la gente penserebbe che sono pazza - ha aggiunto -. Ma ci sono migliaia, se non milioni di persone come me là fuori che hanno esperienze simili».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Maggio 2021, 08:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA