Terrore in aeroporto, aggredisce i dipendenti con una spada: «Vi ammazzo tutti». Arrestato

L'uomo, un 44enne marocchino, viveva in una baracca nei pressi dello scalo: era ricercato perché doveva scontare alcune pene

Terrore in aeroporto, aggredisce i dipendenti con una spada: «Vi ammazzo tutti». Arrestato

Ha seminato il terrore tra i dipendenti dell'aeroporto, brandendo una grossa spada e cercando di aggredirli. Per questo motivo, un 44enne marocchino, senza fissa dimora e pluripregiudicato, è stato arrestato e portato subito in carcere.

Lasciò la moglie per la profuga ucraina accolta in casa: la storia è finita, tra alcol e coltellate

La follia in aeroporto

L'episodio risale alla scorsa settimana ed è avvenuto all'interno dell'aeroporto di Madrid, l'Adolfo Suarez-Barajas. Il 44enne, che viveva in una baracca nei pressi del Terminal 1 dello scalo madrileno, era comparso all'improvviso in uno dei parcheggi, cercando di aggredire un giardiniere, dipendente aeroportuale. Brandendo una spada lunga oltre 45 centimetri, utilizzata comunemente per tagliare le torte durante le cerimonie, l'uomo ha aggredito il giardiniere, che si è visto costretto a ingaggiare una battaglia, difendendosi con le cesoie che stava usando per potare alcune siepi.

La fuga e l'arresto

La scena e il trambusto che ne è derivato, avevano attirato l'attenzione di altri dipendenti aeroportuali e di alcuni agenti della polizia locale. L'uomo, a quel punto, è scappato e si è barricato nella baracca dove viveva, minacciando anche gli agenti: «Odio la polizia, siete dei cani. Vi ammazzo tutti!». Solo dopo diversi minuti, l'uomo ha deciso di arrendersi e di uscire dalla baracca, per poi essere arrestato. Lo riporta 20minutos.es. In suo possesso era stato trovato anche un coltello a serramanico con una lama lunga oltre sette centimetri. Per l'uomo si sono aperte subito le porte del carcere: era ricercato da tempo perché doveva scontare alcune pene.


Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Settembre 2022, 15:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA