Amazon assume il capo informatico del governo inglese: il caso che imbarazza la May

Amazon assume il capo informatico del governo inglese: il caso che imbarazza la May

Polemica nel Regno Unito per la decisione di uno dei più importanti esperti informatici del governo May di passare dal settore pubblico a quello privato. 

Norman Driskell, ex alto funzionario dell'Home Office, il ministero degli interni britannico, non ha resistito all'offerta di Amazon: 4,8 milioni di sterline, contro le 130mila che guadagnava nel suo ruolo di governo. Driskell è così entrato a far parte del colosso americano dello shopping online. Oltre alle critiche però, l'uomo potrebbe anche finire sotto inchiesta per aver violato le regole dei dipendenti statali.

Nei mesi precedenti alle sue dimissioni, infatti, Driskell aveva proprio la responsabilità sui contratti del governo con Amazon: l'home office britannico ha appaltato servizi alla società di Jeff Bezos per 4,8 milioni di sterline. L'assunzione arrivata adesso quindi è doppiamente controversa. Secondo il Times Driskell potrebbe aver beneficiato di quella posizione per poi accettare l'offerta degli americani. Amazon è sotto attacco nel Regno Unito per presunta evasione fiscale.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 30 Ottobre 2017, 20:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA