L'ad di Zalando Rubin Ritter si dimette: «Mi dedico alla famiglia. Priorità alla carriera di mia moglie»

L'ad di Zalando si dimette: «Mi dedico alla famiglia. Priorità alla carriera di mia moglie»

Il manager di Zalando lascia e dà la priorità alla carriera della moglie. Lui si chiama Rubin Ritter, è co-amministratore delegato della celebre azienda di e-commerce (il più grande sito di moda online d'Europa) ed ha annunciato a sorpresa le sue dimissioni per aver più tempo da dedicare alla sua famiglia, specificando che la priorità sarà per la moglie: da ora in poi, ha detto, «le ambizioni professionali di mia moglie dovrebbero avere la priorità».

Leggi anche > Chiara Ferragni e Fedez premiati con l'Ambrogino d'oro

«Voglio dedicare più tempo alla mia famiglia che sta crescendo. Dopo più di 11 fantastici anni in cui Zalando è stata la mia priorità, sento che è ora di dare alla mia vita una nuova direzione», ha spiegato Ritter, a capo del colosso tedesco dal 2010. «Mia moglie e io abbiamo convenuto che per i prossimi anni le sue ambizioni professionali dovrebbero avere la priorità», ha aggiunto senza fornire ulteriori dettagli sulla moglie o sulla sua professione.

Ritter si dimetterà a maggio, interrompendo un contratto che sarebbe dovuto durare fino alla fine del 2023. Il 38enne è stato responsabile della strategia e delle comunicazioni, ma fino allo scorso anno è stato anche a capo del settore finanziario. Gli altri due co-Ceo di Zalando, Robert Gentz e David Schneider, continueranno a guidare l'attività, ha precisato l'azienda in una nota. La compagnia, nata 12 anni fa come start-up con sede a Berlino, conta oggi 36 milioni di clienti in 17 Paesi e ha registrato un fatturato di 1,85 miliardi di euro nell'ultimo trimestre. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 7 Dicembre 2020, 15:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA