Veepee: il settore del lusso in accelerazione tra innovazione e sostenibilità

Veepee: il settore del lusso in accelerazione tra innovazione e sostenibilità

 L’e-commerce, negli ultimi tempi, ha assunto un ruolo fondamentale nella vita degli Italiani che hanno cambiato le loro abitudini di acquisto, approdando sempre di più sul web: secondo l’Osservatorio del Politecnico di Milano, nel 2020 in Italia l’e-commerce è cresciuto del 31% e la penetrazione ha fatto un balzo dal 6% all’9%, concentrando così 3 anni in 1. Uno dei settori che ha visto maggiormente questa crescita è quello del Lusso: i brand di fascia alta, infatti, integrano sempre di più alle loro strategie servizi affini alle loro esigenze attraverso e-player in grado di offrire loro nuovi orizzonti, senza snaturare i valori che li contraddistinguono e li rendono esclusivi ed unici. Così Veepee, attraverso lo sviluppo di servizi ad hoc pensati per soddisfare al meglio le necessità dei brand di fronte ad un’evoluzione delle dinamiche di acquisto della loro clientela, si conferma l’alleato digitale dal quale si avvalgono in misura crescente.

 

L’ACCELERAZIONE DEL LUSSO

Esposizione limitata nel tempo di prodotti accuratamente selezionati in una determinata quantità, rispetto della brand identity, accesso ad una clientela selezionata ed ambientazione in un contesto premium: questi i punti di contatto tra il business model che propone Veepee attraverso le sue flashsales e i meccanismi che caratterizzano l’acquisto di un prodotto di lusso, dove l’impulso è ulteriormente favorito da un prezzo competitivo. Ma non solo. L’attenzione e l’accompagnamento in tutte le fasi della partnership con i brand con i quali Veepee collabora ricoprono un ruolo essenziale. “Questo vale ancora di più nel mondo del Lusso, dove l’immagine di marca è fondamentale e per la quale diamo un’attenzione maniacale. Ogni vendita è uno shop unico, un canale “personalizzato” e uno spazio esclusivo che risponde alle loro esigenze ed ai loro codici di comunicazione” afferma Andrea Scarano, Country Manager di Veepee Italia. Solo nel 2020 sono stati venduti su Veepee 600.000 prodotti della categoria luxury (il numero è raddoppiato rispetto all’anno precedente), tra cui gioielli, borse e orologi. Il comparto è destinato a crescere grazie ad un interesse sempre più forte da parte dei brand di questo segmento nei confronti di Veepee, con una clientela composta al 66% di donne e 34% di uomini, di cui 34% sono millennials.

 

INSHOP PER LA GESTIONE DELLO STOCK IN REAL TIME E BRANDSPLACE, IL MARKETPLACE DEI BRAND

“Veepee, ogni anno, investe circa 100 milioni di euro nella Ricerca&Sviluppo per migliorare o inventare nuove soluzioni per cogliere nuove sfide e rispondere a nuovi stili di vita. Tra queste puntiamo su Inshop e Brandsplace, dei servizi tailor-made innovativi per rispondere alle necessità dei brand, intervenendo anche in momenti differenti del ciclo di vita dei prodotti e favorendo la distribuzione omni-canale” prosegue Andrea Scarano. Lanciato nel mese di maggio in Italia, Inshop dà la possibilità ai brand di collegare alla piattaforma tutti i prodotti disponibili nella loro rete di negozi fisici, per una gestione integrata dello stock in tempo reale. Una soluzione omni-canale che consente di accedere ad un’audience di rilievo: gli iscritti Veepee sono 66 milioni a livello globale, di cui 12 milioni in Italia e il traffico giornaliero è di 4.5 milioni visitatori unici, per il 79% mobile oriented. Un ulteriore servizio che Veepee sta sviluppando è Brandsplace, un marketplace dove sono i brand a dettare le regole: dalla brand identity alla loro immagine, possono dare risalto ai loro prodotti in un ambiente premium e avvalersi della customer base di Veepee. Si aggiunge a questi servizi l’opportunità di aprire una vendita flash in uno o più mercati di presenza del Gruppo (10 paesi europei): un volano per l’internazionalizzazione dei brand e delle eccellenze del Made in Italy del segmento lusso, rinomate e tanto desiderate all’estero.

 

PAROLA D’ORDINE: SOSTENIBILITÀ

Dare una nuova vita ai prodotti è al centro del modello di Veepee sin dalla sua creazione nel 2001. Con questo presupposto e per andare incontro alle esigenze da parte dei brand, per i quali i clienti sono sempre più orientati ad un consumo responsabile e sostenibile, sono stati lanciati in Francia Re-turn e Re-cycle, con l’intento di implementarli presto anche in Italia. Re-cycle, permette al brand di raggiungere i suoi clienti attraverso un evento esclusivo sulla piattaforma. Gli utenti hanno la possibilità di rendere dei prodotti usati del brand, in cambio di un voucher da utilizzare per un nuovo acquisto nei negozi fisici o online del brand. In base alla loro condizione, i prodotti possono essere donati, oppure riciclati o ancora sottoposti a trattamenti specifici per essere venduti nel mercato second hand: l’obiettivo è di dare loro una seconda vita, coinvolgendo attivamente il cliente. Un progetto che pone al centro del proprio sistema la circolarità e consente ai brand di riattivare i clienti nei canali propri e di aumentarne il lifetime value.

 

Re-turn, invece, è un servizio C2C (consumer to consumer) volto alla gestione dei resi attraverso una piattaforma dedicata, che consente la rivendita dei prodotti direttamente tra gli utenti con uno sconto aggiuntivo offerto da Veepee, per evitare di generare flussi logistici addizionali.

 

Una modalità alternativa ai classici resi, in grado di generare un circolo virtuoso e di ottimizzare la gestione degli stock riducendo i tassi di reso, così come l’impatto ecologico generato dalle spedizioni multiple. Re-turn sta già riscuotendo un grande successo in Francia e conta già circa 2 milioni di account utenti registrati sulla piattaforma dedicata.


Ultimo aggiornamento: Sabato 29 Maggio 2021, 21:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA