Prada e AquaFil, nuova partnership in difesa dell'ambiente

Prada e AquaFil, nuova partnership in difesa dell'ambiente

(Teleborsa) - Prada è attenta all'ambiente e lancia Re-Nylon, un progetto che interpreta le iconiche borse Prada con più attenzione alla sostenibilità usando ECONYL, un filato in nylon rigenerato.

Il prodotto nasce dall'incontro tra Prada e Aquafil, azienda produttrice di questo tipo di Nylon realizzato con rifiuti di plastica recuperati negli oceani o destinati alle discariche come scarti di fibre tessili e vecchi tappeti. Questi vengono riportati alla vita, rigenerandoli per un secondo utilizzo, attraverso un processo di depolimerizzazione e ripolimerizzazione. Grazie a tale processo il filato ECONYL ha il valore intrinseco di poter essere riciclato all'infinito senza mai perdere qualità.

Con Re-Nylon, la casa di moda si appresta a fare un ulteriore passo verso la sostenibilità con l'ambizioso obiettivo di trasformare in nylon ECONYL tutti i capi e gli accessori Prada entro la fine del 2021.

Il progetto riflette l'impegno del Gruppo Prada nella promozione di una cultura aziendale che aspira a equilibri sostenibili. "Sono orgoglioso di annunciare il lancio della collezione Prada Re-Nylon. Il nostro obiettivo è convertire tutto il nylon vergine Prada in Re-Nylon entro la fine del 2021. - rende noto Lorenzo Bertelli, Head of Marketing and Communication del Gruppo Prada - Il progetto riflette il nostro costante impegno in materia di sostenibilità. Questa collezione ci permetterà di dare un contributo significativo e di creare prodotti senza impiegare nuove risorse".

"Con questo progetto Prada fa un grande passo in avanti, diventando un esempio, tra i brand italiani. Siamo felici di collaborare alla capsule collection Prada Re-Nylon, e soprattutto di partecipare alla sfida di conversione dell'intera produzione Prada in nylon rigenerato", afferma Giulio Bonazzi, Presidente di Aquafil.

Oggi, le azioni Aquafil quotate alla Borsa di Milano evidenziano un progresso dell'1%.
Lunedì 24 Giugno 2019, 16:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA