Quando la Nutella fa bene: da Ferrero premio ai dipendenti. «Oltre 9mila euro in 4 anni»

Quando la Nutella fa bene: da Ferrero premio ai dipendenti. «Oltre 9mila euro in 4 anni»

  • 3,6 mila
    share
Buone notizie per i 6.000 lavoratori italiani della Ferrero, l'azienda dolciaria di Alba, che avranno con il nuovo contratto integrativo un premio variabile di 9.210 euro nei prossimi quattro anni (2.220 nel 2019 e 2020, 2.320 nel 2021 e 2.450 nel 2022). A regime l'aumento è del 14% rispetto all'ultimo contratto scaduto il 30 giugno.

Contratto Rider, siglato l'accordo. I sindacati: «Giornata storica». Ecco orari e tutele

La ricerca e lo sviluppo dei prodotti Ferrero nel mondo si consolidano ad Alba con il potenziamento delle attività di Soremartec. L'intesa prevede anche molte novità familiari, come l'aumento delle mezze giornate per le visite pediatriche e per assistere il coniuge o i genitori con grave infermità.

«Oltre a un buon aumento del salario variabile, l'accordo dà la necessaria stabilità e continuità occupazionale. L'integrativo contiene, infatti, le iniziative imprenditoriali e gli investimenti che l'azienda intraprenderà nel quadriennio, anche per mantenere stabile l'occupazione nei siti italiani», spiegano Attilio Cornelli, Mauro Macchiesi e Guido Majrone, segretari nazionali di Fai, Flai e Uila. 

Mercoledì 18 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 22:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME