È morto Vincenzo Desario, fu Direttore Generale di Banca d'Italia per dodici anni

È morto Vincenzo Desario, fu Direttore Generale di Banca d'Italia per 12 anni

Questa mattina è venuto a mancare Vincenzo Desario, economista, per 47 anni in Banca d'Italia. Aveva 87 anni. Viveva ad Ostia, dove si era trasferito negli anni '60, insieme alla moglie.

 

Vincenzo Desario è nato a Barletta nel 1933 ed è entrato in Banca d'Italia nel 1960, dove inizialmente percorre la carriera di ispettore nell'ambito della vigilanza bancaria, fino a divenire Direttore centrale per la Vigilanza nel 1983. Nel 1993 è nominato Vice direttore generale. Nel 1994 assume la carica di Direttore Generale, che ricopre fino al 2006 quando fu sostituito da Fabrizio Saccomanni. Nel corso della sua attività di vigilante ha scoperto i depositi fiduciari della Banca Privata Finanziaria di Michele Sindona.

 

Vincenzo Desario, padre del nostro direttore Davide, ha ricoperto anche la carica vacante di Governatore dopo le dimissioni di Antonio Fazio nel dicembre del 2005. Nel momento in cui è andato in pensione, l'allora governatore Mario Draghi, di concerto con il Consiglio superiore dell'Istituto di emissione, lo ha nominato Direttore Generale onorario. 

 


Vincenzo Desario, lascia la moglie Luciana Modonesi da cui ha avuto tre figli: oltre al nostro direttore Davide, Michele e Gabriella.
 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 2 Dicembre 2020, 15:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA