Italia, senza Mondiali il disastro è anche economico: persi 100 milioni di euro

Italia, senza Mondiali il disastro è anche economico: persi 100 milioni di euro

  • 850
    share
La disastrosa gestione di Giampiero Ventura, culminata con l'eliminazione agli spareggi con la Svezia, ha portato la Figc di Carlo Tavecchio al punto più basso degli ultimi 50 anni. Era dal 1958, infatti, che l'Italia non partecipava ad una fase finale dei Mondiali di calcio e ora, oltre il dramma sportivo, si profila un vero e proprio disastro economico non solo per il movimento calcistico, ma per tutto il paese.



Ritrovarsi, all'improvviso, senza gli azzurri ad un evento seguitissimo anche dai meno appassionati, inevitabilmente avrà ripercussioni molto gravi. Secondo Il Sole 24 Ore, che ha fatto una stima, senza i Mondiali l'intero paese perderà oltre 100 milioni di euro. Di questi, almeno 43 saranno quelli gestiti direttamente dalla Federcalcio, che non solo non otterrà i quasi 10 milioni di euro previsti per la partecipazione a Russia 2018, ma che vedrà inevitabilmente ridursi il conguaglio dello sponsor tecnico, Puma.



La lista delle perdite come conseguenza della mancata partecipazione ai Mondiali non si ferma qui: gli introiti televisivi della Rai, senza gli azzurri, sono destinati a ridursi drasticamente, così come la raccolta pubblicitaria nei mesi di giugno e luglio del prossimo anno. A oggi Puma sborsa oltre 18 milioni di euro all'anno, mentre la Rai ne paga circa 26: due cifre, queste, che difficilmente saranno raggiunte nel prossimo biennio. Ora è il momento di ripartire e guardare con fiducia ai giovani del nostro campionato e alle qualificazioni a Euro 2020: solo allora la ripresa sportiva potrà certificare anche quella economica, per il momento si prospettano solo anni bui.
Martedì 14 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 13:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-11-14 12:36:08
quando vincemmo il mondiale nel 2006 non mi arrivò un euro in tasca, dubito che quest'anno me ne verranno tolti. Da questo articolo sembra che dobbiamo cominciare a fare provviste. Ma chi se ne frega se girano meno soldi nel calcio, chissà che comincino a girare in altri sport come la pallanuoto, il basket e il rugby.
2017-11-14 12:26:58
Vergognoso. Insigne e Rossi soprattutto dovevano giocare. Caro Ventura hai voluto fare il fenomeno con giocatori meno "fenomenali" e questo è il risultato. Italia fuori dai mondiali. Che tristezza e danno. Chiedi scusa agli Italiani? Bhè, forse è poco visto soprattutto il danno economico che hai causato al nostro paese che si trova ancora in momenti economici difficili. Non doveva andare così e ora quantomeno fai ciò che va fatto caro Ventura, ovvero dimettiti.
2017-11-14 10:55:43
voglio essere franco e diretto, educatamente esprimendomi, esponendo il mio punto di vista , senza voler offendere nessuno e sottolineo, non sono un passionale del calcio. mi piace vederlo in qualche occasione, e non sono un intenditore, si puo dire un vero sportivo nel senso vero della parola. La partita di ieri, giocata dall'Italia era in pizzico superiore all'impegno di una gara tra scapoli e ammogliati. Sfortuna ? no, chi perde il lavoro e vive sotto i ponti è sfortunato. Dispiaciuti ? si lacrime e abbracci ieri oggi e domani, poi si torna a guadagnare fior di milioni, e gli italiani seguiteranno a foraggiarli, nel campionato italiano. la squadra, rappresenta la Nazione, i cittadini, i tifosi. questa è la squadra e idem questi sono i cittadini. Rivoluzione calcistica ? no tranquilli, cambieranno le persone e come sempre metteranno quelle che " politicamente " fanno comodo. L'Italia non è paese per meritevoli, quelli se ne vanno
DALLA HOME