Lavoro, i 20 mestieri d'oro per i neolaureati: si guadagnano da 25mila a 70mila euro l'anno
di Ida Di Grazia

Lavoro, i 20 mestieri d'oro per i neolaureati: si guadagnano da 25mila a 70mila euro l'anno

Essere giovani ed entrare nel mondo del lavoro per la prima volta sembra davvero la cosa più difficile. Quasi un'impresa da record olimpico. Eppure, con l'introduzione delle nuove tecnologie, sono nati anche nuovi mestieri, dai nomi spesso impronunciabili, che potrebbero rivelarsi anche particolarmente remunerativi.

BUSINESS ONLINE. Alzi la mano chi sa cos'è un Growth Hacker, che per la cronaca è un esperto digital in grado di individuare i metodi più efficaci per far crescere il proprio business. Per questo motivo è importante scegliere accuratamente il percorso di studi che rispecchi le nuove necessità di mercato.

L'INDAGINE. Nonostante la disillusione diffusa in quanto sempre più spesso gli incarichi professionali assegnati ai giovani sono sottopagati, c'è un'indagine svolta da PageGroup società di selezione del personale specializzata in indagini retributive che fa ben sperare, perché ha rilevato che ci sono aziende disposte a pagare più di 3.000 euro lordi mensili per alcuni ruoli. Denominatore comune, essere in possesso di una laurea.
«I laureati che trovano un posto ha sottolineato Andrea Cammelli, presidente di Almalaurea, il consorzio che censisce la condizione occupazionale dei laureati - guadagnano fin da subito il 13% in più di chi ha solo il diploma di scuola superiore. Un miglioramento che nell'arco della vita, arriva a pesare sulla retribuzione fino al 50% in più». Insomma, la laurea resta un buon investimento e garantisce stipendi più alti nel tempo.

Leggi anche > Roma, pagato per non fare niente: chi è Carlo Farina, il ragazzo che guadagna fino a 80 euro al giorno



ADDIO POSTO FISSO. Se il posto fisso sembra ormai un miraggio, l'adattabilità delle nuove generazioni e la voglia di scoperta è decisamente un punto a favore per sperimentare nuovi campi e nuove figure manageriali.

NUOVE FIGURE. La ricerca effettuata da PageGroup, ha stilato una classifica di ben venti profili che garantiscono ai giovani un buon livello di retribuzione di partenza che, nel giro di quattro - cinque anni, ha buone probabilità di raddoppiare. Le figure ricercate però non riguardano solo il settore digitale e tecnologico, come si potrebbe immaginare: basti pensare che al primo posto, ad esempio troviamo il Responsabile controllo gestione vendite e il Buyer ovvero un compratore, che prevedono contratti annuali fino a 70mila euro.

riproduzione riservata ®
Venerdì 27 Settembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA