Intesa San Paolo rilancia il Terzo settore con “Noi ripartiamo”. Morganti: «Il terzo settore ha subito un colpo molto forte dalla crisi»

Intesa San Paolo rilancia il Terzo settore con “Noi ripartiamo”. Morganti: «Il terzo settore ha subito un colpo molto forte dalla crisi»

Si chiama “Prossima” la struttura di Intesa Sanpaolo dedicata all’Economia del bene comune, promotrice del road show digitale dal titolo “Noi Ripartiamo”. Diviso in quattro incontri, che hanno come protagonisti esperti, personalità istituzionali, realtà del terzo settore e management della Banca, l’evento metterà il focus su grandi tematiche decisive per il non profit italiano affinché partecipi con un ruolo da protagonista al PNRR e alla ripresa del Paese. 

 

Vaccini nel Lazio, D'Amato: «Meno dosi Pfizer, gli appuntamenti slittano a fine mese. E ad agosto variante delta dominante»


Nella tappa del 12 luglio, a Roma, nell’incontro online “Nuove modalità di lavoro e nuove risorse: il PNRR”, si affronteranno temi collegati ai significativi spazi di crescita e di rafforzamento del Terzo Settore. L’incontro sarà anche l’occasione per Intesa Sanpaolo di avviare un cantiere condiviso dedicato alla digitalizzazione, come messa in sicurezza dei dati e creazione di nuovi ricavi. La Banca si pone oggi di fronte alla necessità di stimolare un salto in avanti del Terzo Settore, cogliendo le opportunità offerte dalle nuove risorse del PNRR in tema di digitalizzazione.

 


Il road show, a partire dalle prime due tappe già svolte (Palermo 18 giugno e Bari 25 giugno), vedrà gli ultimi due appuntamenti (Roma 12 luglio e Bergamo il 16 luglio) vertere sulle direttrici strategiche del Terzo Settore dentro la cornice degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile: digitalizzazione, fonti finanziarie innovative, rilancio della cultura e del turismo, inclusione e cittadinanza. Sono gli ambiti strategici sui quali il PNRR insiste con maggiore forza e originalità.

 


La sostenibilità attraversa tutte le missioni del PNRR, tale da garantire uno sviluppo equilibrato in cui gli aspetti economici, ambientali, climatici, sociali e di governance si integrano in una logica moltiplicativa, multidisciplinare e multifattoriale. 

 

Sos rifiuti, per Roma la discarica di Viterbo. Ordinanza della Regione: rischio sanitario. Raggi e Ama fuggono

 


«Il Terzo Settore - dichiara Marco Morganti, Responsabile della Direzione Impact di Intesa Sanpaolo - ha subito un colpo molto forte dalla crisi, ma è anche stato una forza su cui il Paese ha potuto contare per la ripartenza, in cui occorre anche reinventarsi e innovare. Ora l’obiettivo è guardare al futuro, a quelle che saranno le linee guida dello sviluppo, del ritorno alla normalità e a una crescita diversa. Per poterlo fare il credito è importante per incoraggiare e indirizzare il non profit a migliorare la propria sostenibilità».

 


La sostenibilità attraversa tutte le missioni del PNRR, tale da garantire uno sviluppo equilibrato in cui gli aspetti economici, ambientali, climatici, sociali e di governance si integrano in una logica moltiplicativa, multidisciplinare e multifattoriale. 
 

 

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 2 Luglio 2021, 17:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA