Fase 2, ipotesi regionalizzazione per riaperture. Pressing Confindustria

Fase 2, ipotesi regionalizzazione per riaperture. Pressing Confindustria

(Teleborsa) - Riaprire sì, ma tenendo conto della situazione dei contagi. Il Governo lavora all'ipotesi di riaperture differenziate a livello regionale coe ha confermato il Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli. "Si può ragionare su una regionalizzazione delle riaperture, nelle regioni che hanno meno persone positive è più facile tracciare i contatti", ha detto ospite di Fabio Fazio a "Che tempo che fa" su Rai 2.

In vista della scadenza del lockdown il prossimo 4 maggio, l'intenzione dell'esecutivo è mettere a punto uno schema su base nazionale, senza però ignorare lo stato del contagio che interessa in larga parte le regioni del Nord con quelle del Sud che al momento sembrano aver retto meglio alla pandemia. Per questo si lavora a riaperture più celeri nelle zone che attualmente presentano un rischio più ridotto, con una incognita non da poco, ossia evitare effetti distorsivi nella concorrenza tra privati.

Prosegue, intanto, il pressing del neopresidente di Confindustria, Carlo Bonomi, che nella stessa trasmissione manda un messaggio : "Siamo in ritardo, studiare un modello di ripartenza da qui al 4 maggio non è semplice".
Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Aprile 2020, 13:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA