Decreto Rilancio, incentivi auto e superbonus per le case al 110% TUTTI I PUNTI
di Alessandra Severini

Decreto Rilancio, incentivi auto e superbonus per le case al 110% TUTTI I PUNTI

Un maxi intervento dal valore di 55 miliardi che spazia dai bonus per l'acquisto di auto e bici a quelli per la baby sitter, dal rinnovo degli ammortizzatori sociali ai contributi a fondo perduto per le imprese. Ma se la fiducia chiesta dal governo ha portato all'approvazione del decreto Rilancio senza grossi scossoni (ieri alla Camera, la prossima settimana toccherà al Senato), rimane l'incognita dei decreti attuativi, necessari perché le misure contenute nel testo diventino operative.



Tra le novità c'è il raddoppio delle pensioni di invalidità, votato da tutte le forze politiche. L'assegno passa da 285 a 516 euro (forse già da agosto 2020) ma solo per chi ha un'invalidità al 100% e un reddito molto basso.
Si punta molto sul superbonus al 110% per i lavori di efficientamento energetico: varrà non solo per le prime e seconde case in condominio ma anche per le villette unifamiliari e le villette a schiera. Rimangono escluse le abitazioni di lusso. Un fondo da 220 milioni andrà a sostenere l'acquisto di biciclette mentre sono previsti incentivi fino a 3.500 euro per chi acquista un'auto Euro 6 e rottama un mezzo vecchio almeno di 10 anni. Senza rottamazione l'incentivo si dimezza. Il bonus vale fino al 31 dicembre 2020 per auto con prezzi fino a 40 mila euro. L'incentivo arriva a 10 mila euro per le elettriche e a 6.500 per le ibride. Ecobonus anche per scooter elettrici o ibridi: fino a 4 mila euro in caso di rottamazione di un vecchio dueruote, fino a 3 mila senza rottamazione.

Per le aziende ci sono i contributi a fondo perduto e lo stop ai pagamenti dell'Irap. Per i lavoratori, la possibilità di anticipare le quattro settimane di Cig Covid previste per l'autunno. I dipendenti della PA potranno lavorare in smart working fino a fine anno. Raddoppiati i fondi per le scuole paritarie.
I Comuni potranno premiare con uno sconto fino al 20% chi, per pagare l'Imu, sceglie l'addebito sul conto corrente. Le carte d'identità e le patenti scadute durante il lockdown resteranno valide fino alla fine dell'anno. I congedi parentali retribuiti al 50% per chi ha figli fino a 12 anni potranno essere utilizzati fino a fine agosto.

Tra le misure più contestate la proroga delle concessioni balneari fino al 2033. Niente asta dunque come chiesto invece dalle direttive europee, gli attuali concessionari possono continuare ancora per più di 10 anni a mantenere il diritto di concessione, spesso a canoni irrisori. Basta pensare che con tutti i chilometri di costa, lo Stato italiano incassa dalle concessioni solo 105 milioni di euro l'anno.
riproduzione riservata ®
Ultimo aggiornamento: Venerdì 10 Luglio 2020, 08:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA