Decreto fisco, dal cashback a cartelle esattoriali, licenziamenti e Tari. TUTTE LE MISURE

Decreto fisco, dal cashback a cartelle esattoriali, licenziamenti e Tari. TUTTE LE MISURE

Decreto fisco, dal cashback a cartelle esattoriali, licenziamenti e Tari: tutte le misure. Proroga di due mesi per le cartelle esattoriali, differimento del tariffario Tari a fine luglio, stop al cashback e una diversa assegnazione dei fondi, che finiranno agli ammortizzatori sociali. Sono le prime misure previste nella bozza del decreto ponte sul fisco sul tavolo del Consiglio dei ministri di oggi, dopo la cabina di regia di due giorni fa presieduta dal premier Mario Draghi da cui era emerso appunto lo stop ai rimborsi per chi effettuava più pagamenti con bancomat e carte di credito.

 

Leggi anche > Addio cashback, Draghi lo cancella: da luglio niente più rimborsi

 

La nuova proroga per l'invio delle cartelle esattoriali è al 31 agosto, dal precedente 30 giugno: il decreto dispone anche il differimento del tariffario Tari da parte dei Comuni dal 30 giugno al 31 luglio. Quanto al cashback, il programma di attribuzione dei rimborsi in denaro per acquisti effettuati mediante l'utilizzo di strumenti di pagamento elettronici (disciplinato dal decreto del ministro dell'Economia e delle finanze del 24 novembre 2020) è sospeso per il prossimo semestre.

 

I risparmi della misura andranno a finanziare un fondo per la riforma degli ammortizzatori sociali. Per l'anno 2022 è istituito infatti nello stato di previsione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali un fondo, con una dotazione di 1.500 milioni di euro destinato a concorrere al finanziamento di interventi di riforma in materia di ammortizzatori sociali. I rimborsi del primo semestre (che iniziava il 1 gennaio e finisce oggi) sono ovviamente confermati, così come il "super-cashback" da 1.500 euro per chi ha effettuato più transazioni.

 

Tutte le novità in arrivo

 

È composta da 7 articoli la bozza del decreto legge che sarà esaminata oggi in Consiglio dei ministri. Queste le misure principali contenute nella bozza.

 

STOP LICENZIAMENTI ABBIGLIAMENTO E TESSILE FINO 31/10. Proroga della Cig Covid per l'industria del tessile, dell'abbigliamento, articoli in pelle e pelliccia e conseguente estensione del blocco dei licenziamenti fino al 31 ottobre.I datori di lavoro delle industrie tessili, delle confezioni di articoli di abbigliamento e di articoli in pelle e pelliccia, e delle fabbricazioni di articoli in pelle e simili, identificati, secondo la classificazione delle attività economiche Ateco2007, con i codici 13, 14 e 15, che, a decorrere dalla data del primo luglio 2021, sospendono o riducono l'attività lavorativa, possono presentare, per i lavoratori in forza alla data di entrata in vigore del presente decreto, domanda di concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale per una durata massima di diciassette settimane nel periodo compreso tra il primo luglio e il 31 ottobre 2021.

 

TRASPORTO AEREO. La dotazione del Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo e del sistema aeroportuale è incrementata di 7,4 milioni di euro per l'anno 2021 e di 3,7 milioni di euro per l'anno 2022. ALITALIA. Nello stato di previsione del ministero dello Sviluppo economico è istituito un fondo, con una dotazione di 100 milioni di euro per l'anno 2021, diretto a garantire l'indennizzo dei titolari di titoli di viaggio e voucher emessi dall'amministrazione straordinaria in conseguenza delle misure di contenimento previste per l'emergenza epidemiologica da Covid-19 e non utilizzati alla data del trasferimento dei compendi aziendali. L'indennizzo è erogato esclusivamente nell'ipotesi in cui non sia garantito al contraente analogo servizio di trasporto, ed è quantificato in misura pari all'importo del titolo di viaggio.

 

STOP CASHBACK, 1,5 MLD RISPARMI A RIFORMA AMMORTIZZATORI. Stop al programma cashback fino al 31 dicembre, e ripartenza dal primo gennaio al 30 giugno. Il programma di attribuzione dei rimborsi in denaro per acquisti effettuati mediante l'utilizzo di strumenti di pagamento elettronici disciplinato dal decreto del ministro dell'Economia e delle finanze del 24 novembre 202 è sospeso per il semestre. I risparmi della misura andranno a finanziare i fondo per la riforma degli ammortizzatori sociali. Per l'anno 2022 è istituito nello stato di previsione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali un Fondo, con una dotazione di 1.500 milioni di euro destinato a concorrere al finanziamento di interventi di riforma in materia di ammortizzatori sociali.

 

STOP CARTELLE E DIFFERIMENTO TARI. Nuova proroga per l'invio delle cartelle esattoriali al 31 agosto, dal precedente 30 giugno. Il dl dispone anche il differimento del tariffario Tari da parte dei Comuni dai 30 giugno al 31 luglio.

 

RIFINANZIAMENTO NUOVA SABATINI. Semplificazione e rifinanziamento della nuova Sabatini per gli investimenti in innovazione delle micro e delle pmi. L'obiettivo di accelerare i processi di erogazione dei contributi agli investimenti produttivi delle micro, piccole e medie imprese. Il dl stanzia inoltre le risorse per rifocillare le casse per l'intevento da secco da inizio giugno. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Giugno 2021, 20:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA