Caro bollette, da Intesa Sanpaolo 30 miliardi di euro per aiutare famiglie e imprese

La banca ha stanziato altri 8 miliardi di euro in aiuti, con 3 linee di intervento

Caro bollette, da Intesa Sanpaolo 30 miliardi di euro per aiutare famiglie e imprese

di Redazione web

Otto miliardi di euro per aiutare le famiglie ad affrontare i rincari legati all’aumento di gas e luce sulle bollette degli italiani. Un intervento messo sul piatto da Intesa Sanpaolo, che fa parte di un pacchetto complessivo di aiuti stanziato dalla banca e destinato ad imprese e famiglie per un totale di 30 miliardi di euro. Un'iniziativa nata da un dialogo continuo con le principali associazioni dei consumatori e dall'ascolto delle esigenze della clientela da parte dell'istituto di credito.

Dalle bollette agli affitti agli alimenti: l'effetto valanga del caro energia

 

Linee di intervento

Intesa San Paolo ha definito tre linee di intervento a sostegno delle famiglie: 500 milioni di euro destinati ai clienti della banca da almeno 6 mesi con ISEE massimo di 40 mila euro e reddito mensile di almeno 500 euro, che avranno accesso ad un prestito personale a tasso agevolato di massimo 6 mila euro, senza costi accessori, diluibile in 20 anni di durata.

Altri 5 miliardi di euro sono messi a disposizione per sospendere il pagamento o rimodulare le rate di mutui e prestiti, rivolti ad oltre un milione di clienti titolari di mutuo o prestito. Inoltre, fino a dicembre, i nuovi contratti includeranno gratuitamente la flessibilità per la gestione della rata.

Infine, 2,5 miliardi di euro verranno messi a disposizione grazie alla possibilità di rateizzare acquisti e pagamenti, utenze comprese, a tasso zero, per una durata di sei mesi.

«Caro bollette, per i dipendenti c’è un bonus di 600 euro dal datore di lavoro. Mutui? Meglio tasso variabile»

 

L'impegno della banca

«Salgono a 30 miliardi di euro gli interventi che Intesa Sanpaolo ha varato a favore delle imprese e delle famiglie per sostenere i maggiori costi legati agli aumenti energetici e alla spesa quotidiana. Confermiamo così il nostro ruolo di riferimento per l’economia reale, con un’attenzione particolare ai bisogni sociali. Le ingenti risorse che stiamo mettendo a disposizione del Paese sono possibili grazie alla nostra solidità e alla professionalità delle nostre persone. Siamo convinti che insieme sapremo superare le difficoltà - ha sottolineato Carlo Messina, Consigliere Delegato e Ceo di Intesa Sanpaolo - Se ci sarà inoltre la possibilità che lo Stato istituisca un fondo di garanzia per tali finalità, siamo disponibili ad incrementare ulteriormente le risorse stanziate, rendendo ancora più efficace la sinergia tra pubblico e privato per arginare gli effetti della crisi».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 3 Ottobre 2022, 14:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA