Canone Rai, nel 2023 resterà nella bolletta: tutte le novità

Il Governo Draghi aveva annunciato di abolire il pagamento del canone direttamente in bolletta, ma Giorgetti fa marcia indietro e dovrebbe lasciare la misura decisa anni fa da Matteo Renzi

Canone Rai, nel 2023 resterà nella bolletta: tutte le novità

di Redazione web

Il canone Rai potrebbe restare nella bolletta elettrica anche nel 2023, nonostante il Parlamento, durante il Governo Draghi, si fosse impegnato ad adottare «misure normative dirette a scorporare il canone Rai dalle fatture relative al consumo elettrico». Sembra però che il ministro dell'economia, Giorgetti, non ritenga più vincolante la questione, tanto da aver risposto con una nota ad una richiesta di intervento proveniente dai sindacati.

“Ciribiribì Kodak”, l'attore del celebre spot contro la demolizione della casa di famiglia: «Aiutatemi, vogliono abbatterla»

La nota del Mef

«La milestone Pnrr trova il suo fondamento nell’esigenza di tutela della concorrenza del mercato dell’energia elettrica e si basa sulle proposte Agcom, la quale non aveva rilevato alcuna criticità in merito al pagamento del canone Rai dal punto di vista della concorrenza del mercato dell’energia, a condizione che il pagamento fosse trasparente per gli utenti finali. Requisito che risulta soddisfatto», conclude la nota del Mef che sembra chiudere la questione canone Rai.

Vincita da 2 milioni di euro al Gratta e vinci, l'operaio (papà di 3 figli): «Ora posso andare in pensione»

Timore dei sindacati

Otto sigle dei sindacati Rai avevano chiesto un incontro urgente al ministro Giorgetti per esporre i loro timori in merito alla decisione dell'esecutivo precedente che avrebbe potuto creare «problematiche di finanziamento del servizio pubblico radiotelevisivo», si legge nella missiva inviata al dicastero economico anche in «vista della vicinanza temporale con la scadenza del 31 dicembre 2022» che rischia di avere «un impatto dirompente sul futuro stesso della Rai» scrivono ancora i sindacati. Ma la nota di Giorgetti emessa ieri dovrebbe fugare queste preoccupazioni.

Intervento del Codacons

Anche l'associazione dei consumatori Codacons è intervenuta sulla questione Rai. «Il canone Rai è a tutti gli effetti l'imposta più odiata dagli italiani e i tempi sono oramai maturi per la sua definitiva abolizione» scrive il Codacons, che ricorda che fu il governo Renzi ad inserirne il pagamento in bolletta, a cui l'associazione tentò di opporsi presentando un ricorso al Tar del Lazio.


Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Novembre 2022, 15:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA