Agroalimentare, CIA: sempre più famiglie fanno acquisti diretti dagli agricoltori

Agroalimentare, CIA: sempre più famiglie fanno acquisti diretti dagli agricoltori

(Teleborsa) - Sono sempre più numerose le famiglie che acquistano prodotti alimentari direttamente dagli agricoltori. Ad un anno dalla pandemia, il legame si è fatto più stretto per effetto delle restrizioni, stimolando il ricorso ai mercati contadini ed alle botteghe di prossimità, ma anche online dove l'e-commerce funziona se mette sempre al centro il contatto diretto.

Lo rivela la CIA, indicando che negli ultimi 12 mesi sono aumentate del 5% le aziende agricole entrate nella vendita diretta e del 10% le famiglie che la prediligono.

"Con le aziende lavoriamo per tutelare la qualità dei nostri mercati contadini", commenta il presidente de la Spesa in Campagna-Cia, Matteo Antonelli, spiegando che "i mercati contadini contribuiscono alla sostenibilità delle aziende delle aree rurali d'Italia e alla promozione del territorio, tra i punti chiave della ripresa turistica dei prossimi mesi".

"La vendita diretta è un'occasione importante per il reddito degli imprenditori agricoli -ha aggiunto Claudia Merlino, direttore generale di Cia-Agricoltori Italiani- e l'intervento de la Spesa in Campagna sul territorio con i mercati contadini, è cruciale per la promozione tra i cittadini dell'agricoltura e dell'agroalimentare italiano, fatto di qualità e autenticità. La valorizzazione del Made in Italy, della Dieta Mediterranea e delle tipicità regionali, passano per un costante dialogo tra chi produce e chi porta in tavola".

Oggi in Italia si contano in totale circa 1200 mercati contadini. L'iniziativa Spesa in Campagna-Cia ha in tutto il Paese circa 6 mila aziende impegnate nella vendita diretta, canale che a livello nazionale nel 2020 ha fatturato più di 6,5 miliardi. Un business popolato da produttori di olio, vino e ortaggi, frutta, latticini e salumi, marmellate e composte, che sta spopolando anche online dove nel 2020 si è registrato un +134% dell'acquisto di generi alimentari. Il trend potrebbe raggiungere un +62% entro il 2021, sempre se saprà tutelare, anche sul digitale, la relazione tra cittadini e aziende.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 14 Aprile 2021, 13:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA