Agricoltura, accordo tra Tempor e sindacati sui nuovi protocolli di intesa in Puglia, Veneto e Piemonte

Agricoltura, accordo tra Tempor e sindacati sui nuovi protocolli di intesa in Puglia, Veneto e Piemonte

La Tempor Spa ha siglato con le Organizzazioni Sindacali di settore NIDIL, FELSA e UILTEMP, due importanti protocolli di intesa nelle regioni Piemonte,Puglia e Veneto, per definire un modello operativo utile per la gestione delle criticità inerenti il settore agricolo dovute prevalentemente alla difficoltà di ricerca e selezione del personale formato e qualificato da impiegare nelle attività stagionali connesse all’agricoltura.



«I Protocolli sono ispirati e conformi ai principi del Piano Ministeriale Triennale (2020-2022) di contrasto allo sfruttamento lavorativo in agricoltura e al caporalato, nonché alla legge n. 199/2016 ed individuano nella formazione sulla sicurezza lo strumento fondamentale per la corretta gestione delle attività lavorative in agricoltura aventi, per loro natura, le caratteristiche di elasticità e flessibilità recepite anche nel Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro della Somministrazione». Commenta così Francesco Gordiani, AD Tempor Spa: “Ci siamo concentrati soprattutto sul tema della sicurezza sul lavoro ritenendo che la somministrazione sia l’unico strumento di garanzia per la corretta gestione della flessibilità e della stagionalità proprie del lavoro agricolo, lanciando un invito alle istituzioni locali e agli imprenditori agricoli per individuare altrettante soluzioni di garanzia per gli spostamenti verso e dal luogo di lavoro e per far fronte alle esigenze alloggiative per il rispetto delle cautele e condotte imposte dalla vigente normativa sulla salute pubblica al fine di evitare il rischio di contagio, come tra l’altro previsto dal Protocollo Covid del 24 aprile 2020 e dal Protocollo CGIL CISL e UIL del 24 marzo 2020, nonché alle ulteriori tutele frutto di contrattazione territoriale di settore”.

Le Parti, per i rispettivi ambiti di competenza, si impegnano fin da subito a monitorare ed analizzare i dati relativi alla domanda e all’offerta di lavoro, garantendo un sistema informativo efficace relativo al mercato del lavoro agricolo in somministrazione e non escludono la possibilità di verificare il ricorso ove previsto a Fondi europei, nazionali, regionali e locali.

“Tempor – prosegue Francesco Gordiani – ha mosso un primo passo verso la regolarizzazione del lavoro agricolo mettendo a disposizione professionalità e competenza per la corretta gestione dei rapporti di lavoro: va ricordato sempre che la somministrazione è “lavoro dipendente tramite Agenzia” e che noi agiamo sulla base di una autorizzazione ministeriale che comporta un controllo continuo e costante delle nostre attività di impresa. Proponiamo quindi ad aziende ed istituzioni locali di aderire ai Protocolli perché soltanto unendo le forze si possono realizzare azioni tese ad individuare e reperire ogni risorsa utile a garantire ai lavoratori del settore soluzioni di alloggio dignitose e soprattutto soluzioni alternative di trasporto”.

Il reclutamento e l’assunzione delle risorse avverrà mediante un sistema definito “BACINO delle lavoratrici e dei lavoratori agricoli” volto a garantire continuità occupazionale finalizzata al raggiungimento complessivo di almeno 110 giornate lavorative “ad personam”, necessarie per poter accedere alla misura di sostegno al reddito denominata SAR e garantita dal Fondo di Solidarietà Bilaterale della Somministrazione.

I lavoratori individuati attraverso il BACINO partecipano, mediante Forma.Temp, a percorsi formativi sulla sicurezza (con riferimento anche alla normativa Covid-19), all’acquisizione di competenze professionalizzanti e ai diritti e doveri degli stessi.

Al fine di massimizzare l’efficacia del BACINO, e ferma restando la vigente normativa in tema di stagionalità, le Parti individuano come potenziali soggetti anche i lavoratori c.d. svantaggiati, in linea con quanto previsto dalla normativa vigente e dalla contrattazione di settore.
Ultimo aggiornamento: Martedì 23 Giugno 2020, 14:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA