Milano, Roma e i pionieri Tesla
di Alberto Mattiacci

Milano, Roma e i pionieri Tesla

Milano e Roma sono città cruciali per il mercato dell'auto: a Milano si immatricolano le flotte aziendali; Roma è la città più popolosa (e con un trasporto pubblico, diciamo, migliorabile).
A Milano e Roma girano sempre più auto californiane: le Tesla. Sono integralmente elettriche; frutto del coraggio inventivo di Elon Musk -uno dal patrimonio personale sei volte quello di Giovanni Ferrero, il più ricco dei nostri; più costose delle pari categoria.
Quando un nuovo tipo di auto inizia a vedersi a Roma e Milano, significa che è un prodotto di successo.
Se un prodotto innovativo è di successo, significa che interessa circa il 20% degli acquirenti totali: 1 automobilista su 5, cioè, lo conosce, ne è attratto, lo ha seriamente valutato come possibilità. Questi 20% sono chiamati Pionieri e Adottanti iniziali: gente più istruita e benestante della media, amante del nuovo, propensa ad accettarlo.
In queste circostanze succede una cosa interessante: tutti iniziano a fare anche quel prodotto di successo. E infatti non c'è brand dell'auto che non abbia annunciato il lancio di modelli integralmente elettrici.
L'obiettivo è uno: conquistare rapidamente l'interesse di un ulteriore 35% circa degli acquirenti di auto. Sono la maggioranza anticipatrice. A quel punto, l'auto elettrica sarà divenuta uno standard, un prodotto normale e la partita dell'innovazione si giocherà su altri campi.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Gennaio 2022, 13:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA