Condominio Europa: guida breve al Patto di Stabilità
di Alberto Mattiacci

Condominio Europa: guida breve al Patto di Stabilità

La notizia: il Patto di Stabilità (e Crescita) è sospeso causa coronavirus. Sebbene condizioni la vita europea, il PSC è uno dei protagonisti più misconosciuti dell'economia. Cerchiamo allora di capire a cosa serva. Immaginiamo di trovarci di fronte alla scelta di una casa da comprare. Ipotesi A: una casa non molto grande ma in un palazzo moderno, bellissimo da vedere e green. Ipotesi B: una casa molto più grande ma in un palazzone un po' sgangherato, vecchio e con un gran disordine dappertutto. In A vige un regolamento di condominio rigido e l'amministratore è inflessibile. Non si può fare come si vuole e a ogni sgarro si paga una multa. In B è l'opposto: ognuno fa come vuole.
L'Unione Economica Monetaria, quella che condivide l'euro, è un po' come il palazzo A. Quando l'Italia ha scelto di vivere nella UE, ne ha accettato le regole -così come hanno fatto gli altri. Queste regole hanno uno scopo: farci vivere in un posto bello, sano e sempre migliore. Il prezzo: accettare di non fare più come ci pare. Il PSC è una di queste regole, forse la più importante. Sospenderlo ora è saggio, perché il palazzo è stato bombardato ma, una volta riparati i danni, converrà a tutti riattivarlo (magari dopo averlo rivisto un po').
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Marzo 2020, 19:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA