Un piccolo angolo di Ande tutto al femminile sul Monte Soratte: Giorgia Nannini alleva alpaca
di Maria Serena Patriarca

Un piccolo angolo di Ande tutto al femminile sul Monte Soratte: Giorgia Nannini e il suo allevamento di alpaca

Un piccolo angolo di Ande nel Lazio, in pieno Monte Soratte, grazie al sogno di un’imprenditrice che del momento critico della pandemia ha fatto una sfida. Ci troviamo nel territorio del comune di Sant’Oreste, in provincia di Roma, alle pendici del Soratte, area molto ricca dal punto di vista naturalistico, facente parte delle "Città del BIO". Proprio su queste montagne, che a tratti rievocano paesaggi andini in miniatura, Giorgia Nannini vive nella fattoria dove alleva i suoi alpaca. Ricordiamo che gli alpaca, animali simbolo dell’antica civiltà Inca in Perù, erano considerati l’oro della Ande, per la pregiata lana che veniva definita “la lana degli Dei”.

 

Soratte Alpaca è un’azienda a conduzione familiare tutta in rosa (con Giorgia vivono e lavorano sua madre e sua zia), nella quale questi simpatici animali vengono allevati con cura e con amore. «Tutto è iniziato intorno al 2013, quando mio padre Giovanni decise di intraprendere quest'avventura», racconta la Nannini, titolare della singolare impresa. «Poi, quando lui è venuto a mancare, io, mia madre e mia zia ci siamo rimboccate le maniche ed abbiamo continuato a portare avanti il progetto. Oggi la nostra attività imprenditoriale sta pian piano crescendo, anche se con fatica». Dalla lana degli alpaca, per certi versi simile al cachemire, le tre allevatrici e artigiane realizzano, rigorosamente a mano, maglioni, cappelli, sciarpe, accessori caldi e confortevoli, frutto di passione, maestria e pazienza del family team. Ma Soratte Alpaca non è l’unica realtà imprenditoriale al femminile del paese: dal 2009, per esempio, Elisabetta Ortolani gestisce la società agricola Apicoltura Monte Soratte. Seguendo attente metodologie di lavoro, coadiuvata dalla giovane figlia Flaminia, produce la melata, il miele millefiori, la propoli e la pappa reale (i suoi prodotti possono fregiarsi anche del marchio “Natura in Campo”, che ne attesta la qualità). Senza dimenticare l’azienda agricola di Luciana Miscia, che produce olio extravergine di oliva biologico di grande qualità. A portare invece avanti l'antica conoscenza delle erbe  e dei loro segreti è Wateki Taliana Tobert, esperta di percorsi naturalistici per scoprire le erbe spontanee che crescono sul monte Soratte. Ricordiamo che il Soratte è stato sempre considerato nei secoli “montagna sacra”; non a caso è ricco di eremi, che fanno la gioia degli escursionisti italiani e stranieri.

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 30 Marzo 2021, 12:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA