Matera da “Vergogna Nazionale” a capitale della cultura 2019, lo speciale targato Sky Arte
di Ida Di Grazia

Matera da "Vergogna Nazionale" a capitale della cultura 2019, lo speciale targato Sky Arte

Questa sera Sky Arte celebra l’apertura dell’anno che vede Matera Capitale europea della cultura 2019 con il primo dei due speciali dedicati alla preparazione e allo svolgimento di questo evento straordinario: Matera 2019 – Open Future, in onda in prima visione assoluta e in esclusiva su Sky Arte (canale 120, 400 di Sky), alle 20.45. 
Nel 1948, dopo la denuncia di Carlo Levi, il leader del partito Comunista italiano Palmiro Togliatti per primo giunse nel capoluogo lucano per guardare con i propri occhi gli ambienti malsani in cui gli abitanti erano costretti a vivere in compagnia delle bestie. Senza mezze parole definì i Sassi “Vergogna nazionale”, un male da estirpare con la forza bruta per restituire dignità alle persone. Oggi il riscatto ufficiale.

Sanremo, Baglioni contro Salvini ma il suo Festival è sovranista​
Checco Zalone: «Io a Sanremo? Impossibile, sarò in Kenya a girare il mio film»​


Matera 2019 – Open Future racconta una città che sfoggia una bellezza antica e magica, una piccola città millenaria che oggi è il simbolo di una rivoluzione proiettata nel futuro.

Patrimonio Unesco dal 1993, Matera in poco più di cinquant’anni ha rovesciato il suo destino da simbolo dell’arretratezza del Meridione italiano a spazio urbano di spinte creative, culturali e incontri, diventando un simbolo di riscatto per tutto il Sud. Dall’ovazione in piazza per la vittoria di Matera come Capitale europea per la cultura con il progetto Open Future a oggi, il documentario ripercorre tutti i dettagli di questa rivoluzione e dei preparativi al 2019. I luoghi meravigliosi, ma anche e soprattutto le persone, le scelte, i progetti che stanno capovolgendo vecchi paradigmi e configurando l’idea di un Sud che non chiede, ma produce e offre, che non si isola, ma si apre. L’emozione di un’intera comunità capace di mettersi in gioco, di unire cittadini e istituzioni. Vedremo in anteprima i luoghi che ospiteranno gli eventi di Matera 2019 dall’Open Design School, alla Cava del Sole e la Cava Paradiso. Interviste, luoghi unici, teatro, musica, cinema scienza, arte e danza tutto questo compone il caleidoscopio del mondo colorato e “meticcio” (Verri) raccontato da Matera 2019 – Open Future.

Una visione radicalmente nuova, aperta e condivisa, che parte dalla sua storia per affrontare in modo diverso le sfide che abbiamo davanti.

Matera 2019 – Open Future racconta tutto questo per dimostrare che si può cambiare pur restando sé stessi; una città che ha scommesso sul proprio futuro e ha vinto.

 
Tutte le interviste:

Ariane Bieou (manager culturale della Fondazione Matera-Basilicata 2019), Carla Di Grazia (project manager dei volontari di Matera-Basilicata 2019), Gina Kafedjian (Deputy Director Programme di Plovdiv 2019), Pietro Laureano (architetto, urbanista e consulente Unesco), Mohsen Makhmalbaf (regista cinematografico – Progetto “Formula cinema”), Rita Orlando (project manager Open design school), Marta Ragozzino (direttrice del Polo museale della Basilicata), Milo Rau (regista teatrale – Progetto “Teatro e nuovi miti”), Rossella Tarantino (manager sviluppo e relazioni della Fondazione Matera-Basilicata 2019), Paolo Verri (direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019), Victor Yankov (Deputy Director International Relations di Plovdiv 2019).
Giovedì 10 Gennaio 2019, 15:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA