Variante indiana, indagine sul focolaio dei sikh a Latina: quasi 300 positivi, screening nelle aziende agricole

Video

Dopo l'alert sulla pericolosità della variante indiana preoccupano nel Lazio possibili arrivi dall'India. Sotto la lente la comunità sikh che vive nel territorio di Latina: circa 15mila persone con molti dei componenti impiegati nell'agricoltura.

 

Covid, la nuova paura: Variante indiana, casi in Veneto, ma è allerta anche nel Lazio

 

Da circa un mese la Asl ha avviato attività di screening di massa nelle aziende agricole su tutti i braccianti. Al momento non è stato rilevato ancora alcun caso di variante indiana, ma risultano positivi al Covid 262 cittadini di nazionalità indiana e 36 minori. «Le condizioni di sovraffollamento abitativo sono piuttosto frequenti- ha spiegato il direttore generale dell'Asl, Silvia Cavalli - La comunità è stata toccata da casi di Covid, ma si tratta di varianti già note. Rappresentano in media meno del 10 per cento dei casi giornalieri». Ora si tratta però anche di rintracciare chi è tornato dall'India prima del blocco dei voli provenienti da quel paese per capire se si sta attenendo alla quarantena.


Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Aprile 2021, 09:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA