L'Ema approva il vaccino Moderna: «Sicuro, subito in commercio». Aifa, domani riunione per via libera

Vaccino Moderna approvato dall'Ema: «Sicuro ed efficace, subito in commercio». Aifa, domani riunione per via libera

L'Agenzia europea del farmaco (Ema) ha dato l'ok al vaccino anti-Covid di Moderna. Lo comunica la stessa Ema. Si tratta del secondo vaccino che riceve il via libera da parte dell'agenzia. Lo scorso 21 dicembre aveva approvato quello di Pfizer-BioNtech. «Il vaccino Moderna è sicuro ed efficace. Come prossimo passo garantiremo l'autorizzazione alla commercializzazione nell'Ue». Così la Commissione europea dopo il parere positivo dell'Ema al vaccino.

 

Dopo l'ok dell'Ema, la Commissione tecnico scientifica (Cts) dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha stabilito che si riunirà domani, 7 gennaio, per esaminare il dossier del vaccino anti-Convid di Moderna e per l'autorizzazione all'immissione in commercio e all'utilizzo nell'ambito del Servizio sanitario nazionale.

Il comitato per i medicinali umani (Chmp) - spiegano dall'Agenzia - ha valutato a fondo i dati sulla qualità, la sicurezza e l'efficacia del vaccino e ha raccomandato la concessione di un'autorizzazione formale condizionale all'immissione in commercio da parte della Commissione europea. Ciò «assicurerà ai cittadini dell'Ue che il vaccino soddisfa gli standard dell'Unione europea e attiva le salvaguardie, i controlli e gli obblighi per sostenere le campagne di vaccinazione a livello dell'Ue»

«Questo vaccino ci fornisce un altro strumento per superare l'emergenza attuale - ha dichiarato Emer Cooke, direttore esecutivo dell'EMA -. È una testimonianza degli sforzi e dell'impegno di tutte le parti coinvolte che abbiamo questa seconda raccomandazione positiva sui vaccini a poco più di un anno da quando la pandemia è stata dichiarata dall'Oms. Monitoreremo da vicino i dati sulla sicurezza e l'efficacia del vaccino per garantire una protezione continua del pubblico dell'UE. Il nostro lavoro sarà sempre guidato dalle prove scientifiche e dal nostro impegno a salvaguardare la salute dei cittadini dell'Ue».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 7 Gennaio 2021, 00:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA