Vaccino Johnson&Johnson e trombosi, cosa dicono gli esperti. Burioni: «Simile a Astrazeneca»

Vaccino Johnson&Johnson e trombosi, cosa dicono gli esperti. Burioni: «Simile a Astrazeneca»

Vaccino Johnson & Johnson e trombosi, arriva la raccomandazione di uno stop precauzionale negli Usa dalla Fda dopo 6 casi di coaguli nel sangue in sei giovani donne a due settimane dalla somministrazione del prodotto Janssen. Arrivato proprio oggi in Italia, sono 184mila le dosi del primo lotto già consegnate nel nostro Paese che nel pomeriggio saranno all’hub nazionale della Difesa di Pratica di Mare. Ma cosa dicono gli esperti sugli effetti collaterali del farmaco?

 

Vaccino Johnson& Johnson sospeso negli Stati Uniti dopo sei casi di coagulidi sangue

 

Roberto Burioni

"Il vaccino Johnson & Johnson è simile a quello AstraZeneca, e simili purtroppo potrebbero essere anche gli effetti collaterali", scrive su Twitter Roberto Burioni, virologo dell'università Vita-Salute San Raffaele di Milano, commentando la notizia. "Indispensabile - sottolinea Burioni - una sorveglianza accurata e un'attenzione particolare alla comunicazione".

 

Antonella Viola

"La Fda sospende in via precauzionale il vaccino J&J a causa di 6 eventi di trombosi in donne giovani. Anche Ema sta rivalutando i dati a disposizione per il vaccino J&J. Speriamo davvero che, almeno in questo caso, ci si muova tutti in maniera coordinata". Esprime intanto questo auspicio Antonella Viola, immunologa dell'università di Padova, con un tweet dopo l'annuncio delle autorità sanitarie americane.


Ultimo aggiornamento: Martedì 13 Aprile 2021, 15:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA