Vaccino Covid, Astrazeneca chiede autorizzazione all'Ema: «Decisione entro il 29 gennaio»
di Alessia Strinati

Vaccino Covid, Astrazeneca chiede autorizzazione all'Ema: «Decisione entro il 29 gennaio»

Il vaccino contro il Covid di AstraZeneca sta per essere proposto all'Ema. L'Ema, l'Agenzia europea per i medicinali, ha fatto sapere che AstraZeneca e l'Università di Oxford hanno presentato una richiesta di l'autorizzazione per il loro siero contro il Coronavirus, che potrebbe essere approvato entro il 29 gennaio.

 

 

Leggi anche > Sprint vaccino, subito le dosi per over 80 e prof di scuola. Arriva anche Moderna ma solo per 5 Regioni più virtuose: ecco quali

 

Fine della sperimentazione

 

Questo significa che la sperimentazione del vaccino su cui l'Italia avrebbe puntato più di tutti firmando per una numerosa scorta di dosi, è giunta al termine. «L'Ema ha ricevuto una richiesta di autorizzazione all'immissione condizionale in commercio per un vaccino contro il Covid-19 sviluppato da AstraZeneca e dall'Università di Oxford», si legge in un comunicato.

 

La distribuzione

 

Se tutto dovesse andare per il meglio secondo Piero Di Lorenzo, presidente e amministratore delegato della Irbm di Pomezia, il centro di ricerca che in collaborazione con l’Università di Oxford, entro giugno in Italia potrebbero arrvare i 50 milioni di dosi di vaccini stabiliti con l'azienda farmaceutica. Questo potrebbe decisamente accelerare la campagna di vaccinazione in corso sulla popolazione.


Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Gennaio 2021, 11:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA