Vaccino in Cina, la truffa: fiale con acqua salata vendute come siero anti-Covid: 80 arresti

La truffa dei vaccini contraffatti: fiale con acqua salata vendute come siero anti-Covid

La polizia cinese ha arrestato più di 80 persone accusate di essere coinvolte in un giro di vaccini contro il Covid-19 contraffatti: lo hanno riferito i media ufficiali, nel mezzo degli sforzi di Pechino finalizzati a somministrare milioni di dosi prima della lunga festività del Capodanno lunare. Secondo l'agenzia di stampa Xinhua, il gruppo criminale aveva riempito le fiale semplicemente con acqua salata e le aveva vendute come vaccini anti Covid-19, con un'operazione avviata a settembre.

La polizia ha effettuato diversi blitz in più città nelle province orientali di Jiangsu e Shandong, sequestrando «più di 3.000 falsi vaccini Covid-19», ha riferito la Xinhua, mentre non è chiaro il numero di vaccini contraffatti venduti finora, anche se gli investigatori hanno riferito di essere riusciti a rintracciare la destinazione finale delle fiale. La Cina sta accelerando gli sforzi per vaccinare almeno 50 milioni di persone prima dell'inizio del Capodanno lunare, quando centinaia di milioni di persone si metteranno in viaggio per raggiungere le famiglie di origine. Il vaccino della società statale Sinopharm è stato approvato dalle autorità di regolamentazione cinesi per l'uso generale a dicembre, ma la diffidenza diffusa resta alta dato che la Cina non è nuova agli scandali sui vaccini. Nel 2018, il principale produttore Changsheng Bio-Technology ricevette una multa di 1,3 miliardi di dollari dopo che le autorità scoprirono che i prodotti erano scadenti.


Ultimo aggiornamento: Martedì 2 Febbraio 2021, 11:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA