Vaccino anti Covid, ci sarà anche una terza dose. Locatelli: «Ecco quando andrà fatta»

Vaccino anti Covid, ci sarà anche una terza dose. Locatelli: «Ecco quando andrà fatta»

Chi ha già fatto il vaccino anti Covid ricevendo le prime due dosi, potrebbe doverne fare anche una terza: ma per sapere quando, ci sarà da aspettare. Lo ha spiegato Franco Locatelli, coordinatore del Cts e presidente del Consiglio superiore di Sanità (Css), che in audizione in Commissione Sanità al Senato ha detto che «una terza dose di vaccino contro il Covid è assolutamente ragionevole che debba esser fatta, anche se ancora non è stimabile quando dovrà essere raccomandata la somministrazione», probabilmente a una distanza «dai 10 mesi in su». 

Leggi anche > Bollettino Covid di mercoledì 19 maggio: 149 morti e 5.506 casi in più

I tempi di osservazione dei soggetti vaccinati, ha precisato, «sono ancora limitati. È ragionevole pensare che per 10 mesi dovrebbe esser mantenuta la capacità protettiva dei vaccini. Ma è anche possibile che questo intervallo temporale venga prolungato». Rispetto invece ad attendere fino a 42 giorni per la somministrazione della seconda dose dei vaccini a mRna, nei documenti presentati da Pfizer all'Agenzia Europea dei Medicinali, ha detto Locatelli, «sono stati inclusi partecipanti che hanno ricevuto la seconda dose tra i 19 ed i 42 giorni dalla prima», pertanto, si poteva ritenere approvato anche un uso di questo tipo.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Maggio 2021, 22:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA