Multe ai no vax verso la cancellazione? Bassetti: «Ormai non hanno più senso»

La posizione dell'infettivologo genovese, minacciato e contestato dai no vax anche nei giorni scorsi

Multe ai no vax verso la cancellazione? Bassetti: «Ormai non hanno più senso»

Le multe per i no vax, che nonostante l'obbligo non si erano vaccinati contro il Covid, potrebbero presto essere estinte. Il futuro governo, infatti, sarebbe intenzionato a stralciare tutte le cartelle relative alle multe arretrate e non pagate. Una decisione che trova d'accordo anche Matteo Bassetti, nonostante l'infettivologo genovese sia spesso stato minacciato e contestato pubblicamente dai no vax.

Omicron, le nuove varianti in arrivo per l'inverno. «Cerberus e Chiron sfuggono agli anticorpi»

Multe ai no vax, Bassetti: «Ormai non hanno più senso»

«Le multe ai no vax avevano un senso nel 2021, oggi credo che non ce l'abbiano più. Dunque, nel 2022, con il vaccino che non è più obbligatorio perché abbiamo vaccinato una quota importante della popolazione, chiedere ai cittadini di pagare una multa non ha più senso» - ha spiegato il professor Bassetti, infettivologo del San Martino di Genova, all'Adnkronos Salute - «Putroppo ci si scontra tra quella che è la necessità del momento e la burocrazia italiana che diventa esageratamente lenta. Come sempre, credo che il problema sia di circostanziare i provvedimenti al momento in cui servono e purtroppo su questo l'Italia è maestra di condoni e sanatorie ma è anche maestra nel fare arrivare le sanzioni troppo tardi. Quindi non ha senso andare a chiedere oggi alla gente di pagare la multa. Un senso ce l'aveva forse un anno fa».

Bassetti contestato dai no vax

Intanto, non mancano nuovi capitoli alla 'guerra' dichiarata dai no vax al professor Bassetti. Tra minacce, contestazioni pubbliche e aggressioni, l'infettivologo genovese, solo due giorni fa, era stato insultato a Sanremo durante la presentazione del libro 'Il mondo è dei Microbi. La nostra battaglia contro i nemici invisibili'. Alcuni appartenenti al Comitato di Liberazione Nazionale per la libertà vaccinale hanno gridato a Bassetti insulti come «assassino» e «venduto a Pfizer». Forse per abitudine, Matteo Bassetti non si è scomposto. Entrato tranquillamente in sala, ha poi dichiarato davanti a una sala piena di spettatori: «La risposta migliore sono tutte queste persone». All'incontro era presente anche il prefetto di Imperia, Armando Nanei.


Ultimo aggiornamento: Domenica 16 Ottobre 2022, 18:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA