Covid, l'allenatore del Matelica sconfigge il virus: «Ho vinto la partita più importante»

Covid, l'allenatore del Matelica sconfigge il virus: «Ho vinto la partita più importante»

L'allenatore del Matelica, squadra di calcio del Maceratese, rivelazione in LegaPro con l'ingresso ai playoff, vince la battaglia più difficile, quella contro il Covid. È lo stesso Gianluca Colavitto ad annunciarlo sui social: «dopo 23 giorni, di cui 15 nel modulo 1 (sala intensiva e semi-intensiva) del Covid Center di Civitanova Marche ho vinto forse la partita più importante della mia vita» contro «un avversario invisibile, il Covid.  Ma come avviene nel calcio in cui le vittorie sono condivise con società, giocatori, staff tecnici, sanitari e collaboratori, - aggiunge - questa vittoria che vale i tre punti è figlia della professionalità di un'equipe medica, infermieristica, riabilitativa e di tutti gli operatori socio-sanitari del Covid Center di Civitanova».

 

Covid, Speranza: «Lo stato di emergenza per la pandemia potrebbe finire il 31 luglio»

 

 

 

 

I DATI NELLA REGIONE MARCHE Una storia a lieto fine che arriva in una giornata di stabilità dei ricoveri nella regione - nell'ultima giornata sono rimasti invariati a 61 -; che fa registrare solo tre positivi e un decesso correlato alla pandemia. Buone notizie sul fronte contagi nelle ultime 24ore: tre rilevati su 274 'nuove diagnosi' per una percentuale dell'1,1%, nessuno su 74 test antigenici. In tutto testati «719 tamponi: 274 nel percorso nuove diagnosi (74 test antigenici) e 445 nel percorso guariti». I casi sono stati rilevati nelle province di Ancona (2) e Pesaro Urbino (1), nessuno nelle altre. Due contagiati presentano sintomi, un caso deriva da contatti stretti di casi positivi. Stabili i numeri dei ricoveri Covid in tutte le tipologie di reparti ospedalieri: 9 in Terapia intensiva, 18 in Semintensiva e 34 nei reparti non intensivi. Una persona dimessa nell'ultima giornata. Continua a scendere il numero di positivi in isolamento domiciliare (2.643; -95). Un decesso nell'ultima giornata (una 81enne di Falerone nel Fermano) che fa salire il numero dei morti a 3.026. Sul fronte vaccini si registra una battuta d'arresto per la somministrazione dei sieri nelle farmacie. Ne dà notizia l'Aset spa di Fano. Uno slittamento «per cause di forza maggiore» dopo la comunicazione dell'Agenzia regionale sanitaria del fatto che, «per motivi tecnico-amministrativi, la distribuzione delle dosi di vaccino che sarebbero dovute arrivare per la settimana in corso non arriveranno prima del prossimo 25 giugno». Un servizio che era particolarmente atteso, come dimostra il 'sold out' in poche ore per l'Aset di ben 96 prenotazioni. Annullati dunque gli appuntamenti fissati giovedì 17, martedì 22, giovedì 24. Gli utenti prenotati verranno ricontattati per comunicarlo e per far sapere loro che verranno richiamati prioritariamente. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Giugno 2021, 11:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA