Ferrari domina a Montecarlo: le Rosse di Leclerc e Sainz domano le Red Bull
di Giorgio Ursicino

Ferrari domina a Montecarlo: le Rosse di Leclerc e Sainz domano le Red Bull

Tutto come previsto. Il primo venerdì di Montecarlo (fino all’anno scorso c’era riposo perché le prove iniziali si disputavano il giovedì) comanda il padrone di casa che ha confermato il pronostico. Con la sua Ferrari è stato il più rapido precedendo l’altra SF-75 di Sainz. Il giorno clou nel Principato è il sabato in quanto chi conquista la pole, se tutto fila liscio, ha buone possibilità di essere l’ospite d’onore alla festa organizza da Ranieri per brindare al vincitore. Se una squadra ha tutta la prima fila, il risultato è ancora più blindato. Il leader, infatti, può contare, oltre che sul tracciato che vieta i sorpassi, sul supporto del suo compagno che impone il ritmo a tutti i rivali consentendo al capobranco di andare addirittura in fuga.

Per quello che si è visto ieri, oggi pomeriggio la chance di dipingere la prima linea tutta di rosso sono più di qualcuna. Il Cavallino, oltre che due piloti in forma, ha dimostrato di avere una monoposto particolarmente a suo agio su un tracciato che privilegia la guidabilità e le forti accelerazioni. Si era già visto su altri circuiti che il V6 di Maranello si esprime al massimo in ripresa e, forse, gli ingegneri modenesi hanno scelto una scalatura degli 8 rapporti del cambio più corta. Si paga un po’ in velocità massima, ma si è avvantaggiati nei cambi di carico. I bibitari, però, fanno sempre paura poiché i distacchi non sono rassicurnati e i tempi potranno scendere ancora su un tracciato che cambia sostanzialmente man mano che si gomma.

In più, il terzo in graduatoria è Sergio Perez e, quando conta, Verstappen tira sempre fuori qualcosa dal suo magico piedone destro. Carlos è quasi appaiato a Charles, le due Red Bull staccate di quasi 4 decimi. Al quinto posto il solito, consistente, Norris, che ancora non sta perfettamente bene, e poi Russell, i due eredi del Re Nero baronetto di Sua Maestà. Lewis è solo 12°, ma nei giri buoni ha sempre trovato traffico. Il sette volte campione del mondo, però, è sembrato a suo agio nel passo gara e la pioggia attesa per domani pomeriggio potrebbe dargli una mano a rimescolare le carte.


Ultimo aggiornamento: Domenica 29 Maggio 2022, 10:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA