Micro-dosi di Lsd contro depressione ed emicrania? Al via lo studio, ecco come partecipare
di Domenico Zurlo

Micro-dosi di Lsd contro depressione ed emicrania? Al via lo studio, ecco come partecipare

Micro-dosi di Lsd per avere prestazioni migliori? L’ipotesi, basata sulle opinioni di alcuni manager americani, non ha ancora una base scientifica, ma presto potrebbe averla. Micro-dosi di dietilammide dell’acido lisergico, la droga simbolo degli anni ’70, potrebbero infatti aiutare ad uscire dalla depressione o per combattere l’emicrania: per saperne di più, è partita proprio in questi giorni la prima ricerca promossa dalla Beckley Foundation, presso l’Imperial College di Londra, che studierà gli effetti degli allucinogeni sul cervello.

Il ponte più lungo del mondo: «55 km sul mare». Collegherà la Cina a Macao e Hong Kong

La teoria parte da uno psicologo, James Fadiman, che negli anni ’60 sosteneva come l’Lsd avesse effetti sulla produttività: «Il protocollo prevede dieci microgrammi di Lsd ogni tre giorni - ha spiegato a Repubblica Tania Re, consigliere generale dell’Associazione Luca Coscioni - Fadiman ha condotto le sue ricerche negli Usa su un campione di 1.800 volontari che gli inviavano i loro rapporti online». Ma studiare questo tipo di sostanze è complicato in quasi tutti i Paesi, poiché si tratta di sostanze vietate: anche se si tratta di dosi molto minori rispetto a quelle assunte per avere effetti psichedelici (75-150 microgrammi di Lsd, mentre le micro-dosi si limitano a 20 microgrammi).

Le donne e il calo della libido: «Per evitarlo devono fare sesso con tanti uomini»

Per capire se queste micro-dosi hanno davvero effetto terapeutico e non si tratta di autosuggestione (il cosiddetto effetto Placebo), la Beckley ha perciò lanciato questa iniziativa: i volontari che parteciperanno dovranno essere persone che fanno già uso di micro-dosi di Lsd (qui il link per partecipare). Lo studio, che dura quattro settimane è ‘self-blinded’, il che significa che il volontario riceve un manuale con le istruzioni dettagliate su come assumere le micro-dosi: alcuni di loro assumeranno effettivamente Lsd, altri capsule identiche ma vuote. Questionari, test e giochi cognitivi porteranno poi gli scienziati a capire se e quali risultati può avere l’assunzione di questo tipo di sostanze.
Lunedì 3 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME