Ubriacarsi senza avere alcun malessere il giorno dopo: «Realtà in 5 anni»
di Luca Calboni

Ubriacarsi senza avere alcun malessere il giorno dopo: «Realtà in 5 anni»

Amanti della bottiglia, tenetevi pronti a rinunciare a mal di testa, malessere, disidratazione, nausea e stanchezza. Ubriacarsi pesantemente, senza dover fare i conti la mattina dopo con il terribile malessere post-sbronza: un sogno per molti amanti di vino e superalcolici. Che però potrebbe diventare presto realtà, molto prima di quanto si possa pensare.

Ubriaco irrompe alla riunione degli alcolisti anonimi e prende in giro i presenti

Come nei telefilm futuristici, prepariamoci ad accogliere il syntalcohol nelle nostre bottiglie e nei nostri cocktail:  l'alcol sintetico infatti promette di concedere sbornie "tradizionali", garantendo il giorno dopo di non aver alcun malessere. E potrebbe arrivare presto nei nostri cocktail e nei nostri bar. Secondo quanto viene riportato dal Guardian infatti il syntalcohol potrebbe diventare realtà entro 5 anni. La ricerca è stata portata avanti da un team diretto dal professor David Nutt: l'uomo era lo stesso che aveva perso il suo posto di lavoro come Adviser governativo quando affermò che l'alcol e le corse dei cavalli sarebbero state più pericolosi delle droghe. Nutt affermò che vino e cocktail sarebbero stati più dannosi dell'eroina o del crack, mentre i fantini avrebbero corso meno rischi se avessero invece fatto uso di ecstasy.

Panico da Brexit: uomo completamente ubriaco fa "scorte" di viveri per 658 sterline

Secondo il team di ricerca, la molecola sintetica permetterà di sbronzarsi senza però avere il "classico" post-sbornia: la ricerca del professor Nutt infatti mira a stimolare le parti del cervello che causano l'ebrezza, senza stimolare quelle che causano il malessere successivo. Ma, soprattutto, l'alcol sintetico non sarà dannoso per il fegato come quello "vero".


 
Mercoledì 27 Marzo 2019, 16:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA