Fare shopping riduce lo stress (e fa persino dimagrire): lo dice la scienza
di Veronica Cursi

Fare shopping riduce lo stress (e fa persino dimagrire): lo dice la scienza

Ragazze, basta sensi di colpa. Fare shopping è terapeutico, riduce lo stress, aumenta l'autostima e fa persino dimagrire. Lo dice la scienza in uno studio condotto da un pool di ricercatori di Taiwan e Australia su 1.900 volontari di entrambi i sessi e pubblicato sulla rivista specializzata “Journal of epidemiology and community health”.

Per la prima volta vengono scientificamente provati i benefici degli acquisti. A patto, ovviamente, di non esagerare con spese eccessive. Lo shopping riduce l'ansia e l'effetto sarebbe immediato. A dimostrarlo è stato anche Rik Pieters, docente di marketing all’università di Tilburg, in Olanda. Acquistare ciò che ci piace rappresenta, secondo l'esperto, una “forma di divertimento che in qualche caso può combattere la solitudine e il malessere esistenziale”. Fare acquisti ci renderebbe anche più felici. A dimostrarlo è stato anche un gruppo di ricercatori dell'università del Michigan, negli Stati Uniti. Lo studio, basato su tre esperimenti diversi a cui è stato sottoposto un gruppo di persone costituito prevalentemente da donne, ha evidenziato che la cosiddetta shopping-terapia risulta davvero efficace nel minimizzare gli effetti della tristezza e dalla malinconia. Coloro che facevano acquisti, secondo i dati raccolti, erano infatti tre volte più felici di coloro che davano semplicemente un'occhiata alle vetrine e dichiaravano di sperimentare una maggiore capacità di controllo della propria vita.

Non solo. Fare shopping migliorerebbe anche l'autostima e rende migliori giornate storte. A questa conclusione è giunto un gruppo di psicologi americani dell'università dell'Alabama, che ha pubblicato i risultati dello studio sulla rivista Journal of consumer psychology. È emerso che concedersi qualche piccolo lusso aiuta a guadagnare più sicurezza in se stessi e quindi a consolarsi se qualcosa non va bene.
 
E poi udite, udite: lo shopping è anche un nemico naturale della pigrizia e della sedentarietà. Secondo la ricerca scientifica, passeggiare per tre ore fra una vetrina e l'altra (quindi senza forzare particolarmente) permette di bruciare 350 calorie, che possono diventare 500 se si decide di evitare ascensori e scale mobili. Questo significa che ogni consumatore può consumare, in media, fra le 1.400 (una uscita a settimana di 3 ore) e le 4mila calorie al mese, queste ultime se si fa shopping almeno 3 volte a settimana per 3 ore. Certo, questo discorso non vale per gli acquisti online. Ma attenzione, perché non è oro tutto quel che luccica. Spendere senza un freno può diventare una vera e propria patologia, quella dello shopping compulsivo. Quindi comprate, ma con moderazione.
Martedì 18 Giugno 2019, 11:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA