Shampoo pericolosi, ecco gli elementi chimici tossici da evitare: come riconoscerli

Shampoo pericolosi, ecco gli elementi chimici tossici da evitare: come riconoscerli

Farsi lo shampoo è un gesto quotidiano e apparentemente banale, ma dietro questo gesto si celano dei veri e propri pericoli legati alle composizioni dei prodotti stessi. Ci sono dei componenti che possono addirittura causare lesioni, elementi chimici che sono addirittura pericolosi per la salute dei nostri capelli.

Leggi anche > In forma in 7 minuti: quali sono i circuiti migliori?

Il primo passo per aiutarsi nella scelta dei tanti prodotti presenti sul mercato è quello di leggere le etichette. Una delle proprietà più nocive e pericolose è il Quaternium, una sostanza conservante che rende i nostri capelli antistatici e morbidi al tatto, ma è un materiale plastico e può quindi lesionare la nostra cute. Da tenere sotto controllo anche la presenza dei siliconi, che daranno la parvenza di una chioma riparata e liscia, ma si tratta solo di apparenza, perché alla base il capello resterà sfibrato.

Se uno shampoo presenta nell'etichetta la dicitura H361, significa che è ricco di siliconi D4 e D5, due sostanze chimiche tossiche e altamente bio-accumulabili. Un altro elemento che deve dissuadere dall'acquisto di un prodotto è l'odore, perché se troppo forte, indica la presenza di sostanze chimiche alteranti.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 12 Giugno 2020, 12:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA