Un legame tra influenza, Alzheimer e Parkinson? «Rischio elevato di malattie neurogenerative»

L'analisi ha trovato almeno 22 collegamenti tra infezioni virali e malattie neurodegenerative

Un legame tra influenza, Alzheimer e Parkinson? «Rischio elevato di malattie neurogenerative»

Malattie neurogenerative come l'Alzheimer e il Parkinson potrebbero avere un legame con l'influenza e altri virus comuni. È il risultato di una ricerca pubblicata su "Neuron" e ripresa dalla rivista "Nature", che ha sondato le cartelle di 450mila pazienti.

Malore improvviso, Gigione muore da solo in casa a 41 anni: lo chiamavano al telefono ma non rispondeva

Ucraina, governo nel caos: raffica di dimissioni dopo un caso di corruzione. Mosca accusa: «Vampiri insaziabili»

Cosa dice la ricerca 

L'analisi ha trovato almeno 22 collegamenti tra infezioni virali e malattie neurodegenerative. Alcune delle esposizioni virali sono state associate a un aumento del rischio di malattie cerebrali fino a 15 anni dopo l'infezione. «È sorprendente quanto sembrino diffuse queste associazioni, sia per il numero di virus che per il numero di malattie neurodegenerative coinvolte», afferma Matthew Miller, immunologo presso la McMaster University di Hamilton, in Canada. 

Antonella Fragiello, morta la modella ex finalista di Miss Italia: aveva 37 anni

Associazione con l'encefalite virale

Già in passato altri studi hanno provato a dimostrare collegamenti tra virus e malattie neurodegenerative. Ma molti di questi studi hanno esaminato solo un singolo virus e una specifica malattia del cervello. In questo caso, il team di ricerca ha esaminato le informazioni di circa 35.000 persone con malattie cerebrali e circa 310.000 persone senza, provenienti da FinnGen, un ampio database finlandese che include informazioni sulla salute. 

I ricercatori hanno trovato 45 collegamenti significativi tra infezioni e malattie cerebrali, quindi li hanno testati rispetto a oltre 100.000 informazioni di un altro database, la UK Biobank. Dopo questa analisi, hanno trovato 22 accoppiamenti significativi. Una delle associazioni più evidenti era quella tra l'encefalite virale, una rara infiammazione del cervello che può essere causata da più tipi di virus, e l'Alzheimer. Le persone con encefalite avevano circa 31 volte più probabilità di sviluppare l'Alzheimer più tardi nella vita rispetto alle persone che non avevano l'encefalite.

La critica alla ricerca

Kjetil Bjornevik, epidemiologo presso la Harvard TH Chan School of Public Health di Boston, si complimenta con i colleghi per lo studio, ma avverte che il loro approccio all'utilizzo delle cartelle cliniche «potrebbe essere problematico» perché hanno analizzato solo le infezioni che erano abbastanza gravi da giustificare un viaggio da un medico. «Prendere in considerazione infezioni più lievi potrebbe indebolire le associazioni», dice.


Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Gennaio 2023, 15:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA