Al largo di Monopoli spunta una barriera corallina
Gli studiosi: «Potrebbe estendersi fino a Otranto»

Al largo di Monopoli spunta una barriera corallina
Gli studiosi: «Potrebbe estendersi fino a Otranto»

Eccezionale scoperta dei ricercatori del dipartimento di Biologia dell’Università di Bari, guidati dal direttore Giuseppe Corriero: una barriera corallina al largo delle coste pugliesi, all’altezza di Monopoli.
I sub l’hanno scovata fra i 40 e i 55 metri di profondità a circa due chilometri dalla costa del comune a sud di Bari.

Si pensa che possa estendersi anche ben oltre, fino a Otranto. È la prima volta che nel Mediterraneo si scopre una barriera così, con caratteristiche molto simili a quelle equatoriali.
La chicca naturalistica è stata pubblicta oggi da La Gazzetta del Mezzogiorno. «L'aspetto paradossale – spiega Corriero - è che ce l'avevamo davanti agli occhi e non l'abbiamo mai vista».
Il modello è identico a quello tipicamente equatoriale. La peculiarità di questa scogliera corallina, però, è che non cresce in acque superficiali e ben illuminate. «Nel caso delle barriere delle Maldive o di quella australiana – aggiunge Corriero - i processi di simbiosi tra le madrepore e le alghe unicellulari, alla base dei processi vitali che si svolgono nella comunità, sono facilitati dalla luce.
Venerdì 8 Marzo 2019, 21:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA