Villa Adriana, via al restauro del coccodrillo della fontana patrimonio Unesco
di Valentina Catini

Villa Adriana, via al restauro del coccodrillo della fontana patrimonio Unesco

Uno degli elementi scultorei più importanti dell'epoca adrianea, il Coccodrillo Fontana di Villa Adriana a Tivoli, da tempo Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, tornerà alle sua perfezione grazie all’opera di restauro di NovaRe SIIQ S.p.A., una delle principali società di investimenti immobiliari. La società ha deciso di avvinarsi al mondo dell’arte contribuendo al recupero di questa preziosa opera d’arte, che rappresenta uno dei maggiori luoghi d’interesse del nuovo allestimento dei Musei di Villa Adriana, finalmente riaperti al pubblico dopo sei anni di chiusura.

 

Il Coccodrillo, realizzato in marmo cipollino, era utilizzato come fontana dell’ambito del Canopo, dove venne rinvenuto intorno agli anni cinquanta del novecento ed esprime quel gusto esotico tipico del periodo imperiale, con richiami alle suggestioni Egizie. Fra i ritrovamenti venuti in luce negli anni cinquanta, quando tutta l’area venne liberata dall’interro, si rinvennero, oltre al coccodrillo, anche una statua di personaggio semisdraiato raffigurante il Nilo e due Sileni canefori derivanti da modelli di ambiente alessandrino.

 

“Assicurare il supporto al recupero di quest’opera d’arte – sottolinea Stefano Cervone, Amministratore Delegato di Nova Re SIIQ S.p.A. - vuole essere un tangibile gesto a favore della conservazione del nostro immenso patrimonio artistico e culturale, con la soddisfazione non certo marginale di restituire un reperto così prezioso ad un luogo di grande attrazione per turisti italiani e stranieri qual è Villa Adriana.”

 

 

 

 

 

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Giugno 2021, 16:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA