Vita Nova, a Villa D'Este l'arte in Italia alla luce del nuovo millennio

Vita Nova, a Villa D'Este l'arte in Italia alla luce del nuovo millennio

Istituto Villa Adriana e Villa d’Este – Villae, celebra Dante Alighieri con un articolato progetto

L’Istituto Villa Adriana e Villa d’Este – VILLÆ celebra Dante Alighieri in occasione dei Settecento anni dalla morte, con un nuovo appuntamento espositivo dell’articolato e visionario progetto Vita nova: arte in Italia alla luce del nuovo millennio (Villa d’Este, a Tivoli,19 marzo - 5 giugno 2022), che prevede una ricognizione sulla giovane arte italiana nei due decenni che hanno caratterizzato il cambio di secolo, dal 1990 al 2010. L’iniziativa rappresenta una prima storicizzazione del periodo considerato e nel contempo costituisce un omaggio al sommo poeta, padre dell’identità letteraria nazionale. Come Dante rappresenta l’idea di una lingua comune italiana, così la proposta si interroga sulla persistenza o meno di uno specifico culturale del nostro Paese: di un lessico visuale condiviso fra gli esponenti più rappresentativi di quelle generazioni, componendo un vero e proprio indice della creazione italiana contemporanea.

 

Questo episodio espositivo, come il precedente che era legato alla sfera dei collezionismi privati e degli artisti, gode del sostegno del Comitato Nazionale per la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, prende le mosse da una serrata ricognizione scientifica su opere dal carattere museale. Protagonisti della rassegna sono soprattutto i prestiti del MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, che contribuisce con le sue collezioni, a definire un panorama quanto più possibile esaustivo del fermento e  delle problematiche che contraddistinguono la ricerca visiva in Italia nella stretta contemporaneità.

 

“Vita nova – dichiara Andrea Bruciati – rappresenta la prima utopica ricognizione sull’arte italiana all’alba del nuovo millennio; essa si innesta sull’assetto monumentale delle VILLÆ, interpretando lo spirito dei luoghi alla luce di una rinnovata sensibilità, vicina alle esigenze e alle istanze dell’uomo contemporaneo. Se nella prima sezione del progetto espositivo protagoniste erano le raccolte private, ora attingiamo alla prestigiosa collezione pubblica di arte contemporanea del MAXXI, cui affianchiamo, ai fini dell’esaustività della ricostruzione e della narrazione, altre opere imprescindibili della ricerca artistica nel ventennio considerato, riconducibili ad autori come Gianni Caravaggio, Paola Pivi e Nicola Verlato. Al nuovo focus espositivo seguirà, secondo delle diverse prospettive scientifiche che approfondiranno lo studio di un periodo ancora in fase di sedimentazione, la pubblicazione di un prodotto editoriale in ben tre volumi con saggi critici dei protagonisti di quel contesto culturale, con schede esaustive dei 100 artisti segnalati e con un inedito ed ampio apparato iconografico delle 100 opere che hanno contrassegnato il periodo, dedicato proprio alla auspicabile vita nova dell’arte italiana.”

È possibile sostenere il progetto come mecenati tramite Artbonus.

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo

Biglietto di ingresso:

Villa d’Este con mostra, 13 euro

Villa d’Este con mostra + Santuario di Ercole Vincitore,15 euro

VILLAE PASS 3 giorni, 25 euro

VILLAE 365 abbonamento annuale individuale (50 euro), giovani 18 – 25 anni (10 euro), pubblico di prossimità (residenti tiburtini, 30 euro).

Riduzioni e gratuità secondo normativa vigente.

 

 

VITA NOVA II

ELENCO OPERE

 

 

Patrick Tuttofuoco

Boing, 2001

Video animazione 3d

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, donazione Andrea Zegna

 

Francesco Vezzoli

The Kiss (Let’s play Dynasty), 2000

Video

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo

 

Sislej Xhafa

Christopher Columbus Hiding, 2003

Inchiostro e carboncino su carta

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, donazione Claudia Gian Ferrari

 

Simone Berti

Senza titolo, 1999

Alchidico su tela

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, donazione Claudia Gian Ferrari

 

 

Giuseppe Gabellone

I Giapponesi, 2003

Schiuma poliuretanica rigida

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, donazione Claudia Gian Ferrari

 

Giuseppe Gabellone

La Giungla, 2004

Schiuma poliuretanica rigida

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo

 

Rudolf Stingel

Untitled, 2004

Olio e smalto su tela

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, donazione Claudia Gian Ferrari

 

Adrian Paci

The wedding, 2002

Olio su tela

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, donazione Claudia Gian Ferrari

 

Alessandro Pessoli

Caligola, 1999-2002

Animazione video

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo

 

Bruna Esposito

Oltremare, 2006

Stampa Lambda in plexiglass

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, donazione Claudia Gian Ferrari

 

Amedeo Martegani

Uomini di spalla, 1991

Olio su tela

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, donazione Claudia Gian Ferrari

 

Stefano Arienti

Ninfee (Dettaglio n. 7), 1991

Pongo su manifesto applicato su pannello, teca in plexiglass

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, donazione Claudia Gian Ferrari

 

Luisa Lambri

Senza titolo, 1996

Stampa laserchrome

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo

 

Vanessa Beecroft

Sister Project (August 2000), 2000

Stampa fotografica digitale a colori

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo

 

Margherita Manzelli

Programma, Disciplina, Maestro Programma, Disciplina, Maestro (t.m.h.S.), 2000

Olio su lino

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo

 

Nicola Verlato

The Gift, 2009

Marmo di Carrara, bronzo e colata di resina

Collezione privata

 

Gianni Caravaggio

Lo stupore è ogni nuovo giorno, 2008

Alluminio, borotalco

Collezione privata

 

Paola Pivi 

Biscotti, 1996

Installazione di biscotti con base in legno

Collezione privata

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Marzo 2022, 12:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA