Cecilia Alemani è la nuova direttrice della Biennale Arte 2021: prima volta per una donna italiana

Cecilia Alemani è la nuova direttrice della Biennale Arte 2021: prima volta per una donna italiana

Cecilia Alemani è il nuovo direttore del settore Arti Visive della Biennale, con l'incarico di progettare e curare la prossima 59/a Esposizione. Lo ha deciso il cda della Biennale di Venezia, che per la prima volta ha scelto una donna italiana per ricoprire questo ruolo.

Alemani ha all'attivo numerose mostre su artisti contemporanei, è responsabile e capo curatore di High Line Art, programma di arte pubblica della High Line, il parco urbano sopraelevato costruito su una ferrovia abbandonata di New York, nonché già curatrice del Padiglione Italia alla Biennale Arte 2017. «È un grandissimo onore poter assumere questo ruolo in una delle istituzioni italiane più prestigiose e riconosciute al mondo - ha detto -. Come prima donna italiana a rivestire questa posizione, capisco e apprezzo la responsabilità e anche l'opportunità offertami e mi riprometto di dare voce ad artiste e artisti per realizzare progetti unici che riflettano le loro visioni e la nostra società».


«La scelta di Cecilia Alemani come curatrice della 59. Esposizione Internazionale d'Arte conferma la capacità di visione della presidenza di Paolo Baratta che, nell'affidare per la prima volta a una donna italiana l'intera progettazione artistica, prosegue nell'opera di innovazione e rilancio di una delle più importanti istituzioni culturali incrementandone il già notevole prestigio internazionale consolidato attraverso una conduzione attenta e illuminata. Cecilia Alemani ha curato il Padiglione Italia nel 2017 e sono sicuro che il suo nuovo progetto sarà ugualmente coraggioso e innovativo». Così il ministro per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini.
Ultimo aggiornamento: Sabato 11 Gennaio 2020, 11:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA