L'ultima opera di Banksy spunta in un vagone della metropolitana, ed è a tema Covid

Banksy, l'ultima opera sul coronavirus realizzata sulla metropolitana di Londra

Banksy torna a colpire con una nuova opera, incentrata sulle misure di sicurezza contro il contagio da coronavirus. Il misterioso e geniale artista, infatti, ha compiuto un vero e proprio blitz sulla metro di Londra, come documentato anche da un video pubblicato sul suo account Instagram.

Leggi anche > Bataclan, la porta rubata con l'opera di Banksy ritrovata in un casale in Abruzzo

Con la tuta e l'attrezzatura da addetto alle sanificazioni, Banksy è salito su alcuni vagoni e ha iniziato a realizzare alcune opere con la tecnica dello stencil, ma non solo. I protagonisti dell'opera, ancora una volta, sono i topi: ce n'è uno che starnutisce diffondendo un liquido bluastro associato al droplet e altri che utilizzano la mascherina come paracadute. Alla fine del video, c'è una sorta di parafrasi di un celebre brano dei Chumbawamba, 'Tubthumping': il ritornello «I get knocked down but I get up again» diventa «I get lockdown». Il significato, in questo caso, può essere interpretato in due modi: da un lato un plauso alla resilienza di tutti i cittadini alle prese con l'emergenza, dall'altro un monito in vista di una eventuale seconda ondata di contagi.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

. . If you don’t mask - you don’t get.

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:



L'opera di Banksy ha comunque diviso molti utenti sul web. Il tennista Andy Murray plaude all'artista: «Lui ha un modo assolutamente diverso di pensare». C'è chi però non gradisce: «Vandalismo non richiesto, ci sono persone che non hanno altra scelta che prendere i mezzi di trasporto pubblico e non tutti vogliono essere costretti a vedere topi con le mascherine realizzati con lo spray».
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Luglio 2020, 11:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA