Ancona, vietato far entrare gli animali nell'ascensore: «Possono trasmettere il coronavirus». Scoppia la polemica

Ancona, vietato far entrare gli animali nell'ascensore: «Possono trasmettere il coronavirus». Scoppia la polemica

«Vietato l'ingresso agli animali perché potrebbero essere venuti in contatto con rifiuti contaminati da Covid 19» e quindi trasmettere il coronavirus. Il divieto appare su un cartello affisso vicino agli ascensori pubblici del Passetto che permettono di scendere alla spiaggia cittadina, ad Ancona. Fa riferimento agli animali, quindi anche ai cani, anche se si utilizza il trasportino, specifica il divieto.

Leggi anche > Napoli, boom di pazienti positivi al Covid: chiuso pronto soccorso del Cardarelli

 Indignata la Lav (Lega Antivivisezione), che ha scritto al Comune e a Conerobus, l'azienda che gestisce il servizio. «Oltre che porre un divieto iniquo - dichiara la Lav attraverso la responsabile Marche Marisa Aquila - il cartello è anche fuorviante. Chiediamo quindi al sindaco di Ancona Valeria Mancinelli di rimuoverlo subito, poiché il divieto non ha alcun fondamento scientifico e non vi è stata mai alcuna disposizione nazionale, nemmeno in piena emergenza coronavirus, che vietava l'ingresso ai cani in ascensore. Sono invece stati certificati casi di trasmissione da perone positive a cani e gatti di casa».


Ultimo aggiornamento: Martedì 8 Settembre 2020, 17:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA