Roma, scelti i nomi delle due leoncine nate al Bioparco

Le due leoncine asiatiche nate al Bioparco di Roma hanno un nome: Aasha e Naisha. «I due nomi - si legge nella nota del Bioparco di Roma - sono risultati i più votati sul sito web. La votazione è stata effettuata su una rosa di quattro nomi di origine asiatica: Aasha che significa speranza, Mala che significa puro, Naisha che significa speciale e Umaa che significa brillante».
 
 

La nascita delle due sorelle è un evento storico per il Giardino zoologico della Capitale, si tratta di uno degli animali a maggior rischio di estinzione del Pianeta: ne sopravvivono in natura circa 500 esemplari presenti unicamente nella piccola riserva del Gir e nelle aree limitrofe, nell'India nord-occidentale. Le piccole condividono l'area con la mamma Sajani, nata nel 2013 nello zoo di Magdeburg, in Germania e il papà Ravi, nato nel 2016 presso lo zoo di Planckendael, in Belgio.

La popolazione di leoni è minacciata a causa della distruzione dell'habitat, ma soprattutto dal bracconaggio e dai conflitti con le attività antropiche generati dalla vicinanza dell'uomo ai territori di questi felini». Il Bioparco, insieme alla comunità internazionale degli zoo, «partecipa a programmi di conservazione mirati alla sua salvaguardia aderendo al programma europeo Eep (Eaza ex situ programme), coordinato dall'Associazione europea degli zoo e acquari (Eaza). Il Leone asiatico è classificato dalla Iucn (l'Unione mondiale per la conservazione della natura) in pericolo.

Attualmente nelle strutture zoologiche europee sono presenti circa 150 leoni asiatici. Adotta un leone, adotta Aasha e Naisha! E aiuterai il Bioparco a sostenere la comunità scientifica internazionale nella salvaguardia della Biodiversità e delle specie minacciate di estinzione prendendoti cura del tuo animale preferito contribuendo alle spese per il cibo giornaliero, le cure e sostenendo progetti di conservazione in natura», conclude la nota. 
Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Luglio 2020, 12:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA