Il pastore tedesco che non cresce: Ranger sembra ancora un cucciolo per colpa di un parassita

di Alix Amer
Ranger è un cane pastore tedesco di due anni di razza Akc di Phoenix, in Arizona, che soffre di “nanismo ipofisario”. Significa che mantiene il suo aspetto da cucciolo. A Ranger è stata diagnosticata questa rara condizione - a cui sono predisposti i pastori tedeschi - dopo aver contratto un parassita chiamato Giardia.

Ventenne cade e resta impalato, la barra di ferro si ferma a 3 cm dal cuore: salvo per miracolo

Ragazzina 13enne incinta si scatta un selfie e poi si lancia dal tetto del palazzo dopo la violenza di 6 uomini
 



Dopo essersi ripreso dall’infezione, i suoi proprietari notarono che Ranger non cresceva allo stesso ritmo di un pastore tedesco. E così lo portarono dal veterinario, il quale rivelò che il piccolo Ranger poteva avere la mutazione del nanismo ipofisario. Come effetto collaterale, il cucciolo ha affrontato vari problemi di salute tra cui spargimento di pelo e pelle traballante causata da ipotiroidismo. Con l’amore incondizionato dei suoi proprietari e l’aiuto della sua legione di follower online, Ranger è stato in grado di ottenere tutte le cure di cui aveva bisogno e ora ha recuperato completamente tutti i suoi problemi di salute.

Ranger ora è felice e in salute, gioca tutto il giorno con la sua famiglia e le sue sorelle ed è seguitissimo  online sulla sua pagina Instagram. Shelby Mayo, che è il proprietario di Ranger, ha raccontato: «Quando originariamente abbiamo ottenuto Ranger dall’allevatore, era più piccolo di tutti gli altri suoi compagni di cucciolata, ma abbiamo pensato che fosse perché aveva un parassita chiamato Coccidia. Nelle settimane seguenti lo portammo a casa ed era privo di parassiti, ma alla fine ha preso un parassita chiamato Giardia. Allo stesso tempo, abbiamo anche scoperto che Ranger aveva una grande infezione al collo. Alla fine siamo riusciti a tenere sotto controllo l’infezione, alcuni mesi dopo siamo riusciti a liberarci di Giardia».
 
 

«Durante questo periodo Ranger non cresceva, il veterinario aveva sospettato che potesse avere il nanismo ipofisario, una mutazione genetica. Ma eravamo ancora scettici in quanto questa condizione è molto rara. Dopo qualche altro mese lo abbiamo sterilizzato ed è stato allora che abbiamo iniziato a vedere grandi cambiamenti. Ha perso l’appetito, ha iniziato a perdere peso, ha perso quasi tutta la sua pelliccia e aveva la pelle estremamente secca e traballante. Molte persone sulla nostra pagina Instagram ci hanno avvertito che i Nani ipofisari possono avere molti problemi medici, ma fino a quel momento non ne avevamo sperimentato nessuno». «Uno dei nostri follower, Guardians Farm, è una piccola azienda che produce saponi, lozioni, ecc. Fatti a mano e ci hanno inviato sapone di latte di capra, che alla fine ha aiutato immensamente la pelle dei Ranger».

«Allo stesso tempo, un altro dei nostri seguaci che ha anche un nano tedesco Shepard ci ha detto di controllare i suoi livelli di tiroide poiché molti soffrono di ipotiroidismo. Ma il veterinario ha verificato che sono buoni. Oggi è sano e felice, adora saltare e giocare con la sua palla e giocattoli cigolanti con le sue due sorelle Hazel e Jessie».
Venerdì 22 Novembre 2019, 19:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA