Orrore in strada, cane e gatto uccisi e lasciati per terra: caccia ai responsabili

Cane e gatto uccisi in strada: caccia ai responsabili

Uno spettacolo agghiacciante, quello che è apparso agli occhi di alcuni passanti che, camminando in strada, hanno trovato un cane e un gatto uccisi, in una piccola pozza di sangue. È accaduto in provincia di Napoli, nel comune di San Sebastiano al Vesuvio.

Leggi anche > Uccide il cane della vicina perché abbaia troppo: il pm chiede 2 mesi per il 79enne​



L'episodio è stato denunciato da alcuni cittadini, ma anche dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli. I due animali, col sangue fuori dalla bocca, erano stati lasciati ammassati in strada e sulla causa violenta della loro morte non sembrano proprio esserci dubbi. Le prime foto, scattate nei pressi di via Roma, erano state pubblicate su un gruppo locale.



Negli ultimi mesi, in tutta la provincia di Napoli, sono diversi i casi di maltrattamenti e uccisioni di animali. Francesco Emilio Borrelli ha denunciato così l'allarmante situazione: «Si tratta dell’ennesimo gesto criminale a danno degli animali. Oramai la situazione è fuori controllo, siamo di fronte ad una spirale che ci preoccupa. Dal caso del coniglio Roger lapidato a Lacco Ameno al povero gattino condannato alla stessa orrenda fine a Volla, passando per la grotta degli orrori con cadaveri di conigli a Casamicciola Terme e il cane bruciato con l’acido a Mondragone, siamo di fronte ad un numero di casi elevatissimo, concentrati tra l’altro in un intervallo particolarmente breve. Alla cittadinanza chiediamo di denunciare senza esitazione. E’ ora di dire basta a questa assurda mattanza. Occorre allertare le forze dell’ordine con la massima celerità quando si assiste ad un atto di violenza di questo tipo. Solo così si potranno punire i trogloditi che sfogano i loro istinti più bassi sugli animali».
Martedì 17 Settembre 2019, 10:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA